GIUSTIZIA. Europa, oggi udienza Federutility vs Aeeg. Il 20 ottobre le conclusioni

Le conclusioni dell’Avvocato generale saranno presentate il prossimo 20 ottobre, mentre si è svolta questa mattina l’udienza nella causa che oppone Federutility all’Autorità per l’energia elettrica e il gas in tema di prezzi di riferimento nel mercato interno del gas naturale. È quanto rende noto la Corte di Giustizia dell’Unione europea.

Oggetto del contendere sono le disposizioni italiane che prevedono che l’Autorità indichi condizioni standard di erogazione del servizio e definisca transitoriamente, in base ai costi effettivi del servizio, prezzi di riferimento per clienti domestici. L’Autorità ha dunque stabilito formule di calcolo per i prezzi di riferimento riservandosi la facoltà di riesaminarle; diverse imprese che operano nel mercato italiano del gas naturale, come Federutility, Assogas, Libarna Gas e Sorgenia, ritengono invece che le disposizioni italiane non siano compatibili con la direttiva 2003/55 e hanno chiesto al TAR Lombardia l’annullamento di queste decisioni. Le imprese sostengono che a partire dal 1° luglio 2007, con la liberalizzazione del mercato del gas, il prezzo per la vendita del gas dev’essere determinato dal solo gioco della domanda e dell’offerta. Per la Commissione, la direttiva non osta alle norme italiane purché siano soddisfatte le condizioni riguardanti, in particolare, le modalità di esercizio, da parte dell’autorità di regolazione nazionale, del potere di stabilire i prezzi di riferimento.

Comments are closed.