GIUSTIZIA. Inizio attività Corte Costituzionale: nel 2006 tempi dimezzati

E’ un "auspicio più che condivisibile" il varo da parte del Parlamento di una legge sui malati terminali espresso dal presidente anziano di sezione della Corte di Cassazione Gaetano Nicastro durante la cerimonia di apertura dell’anno giudiziario. Lo ha detto il presidente della Corte Costituzionale, Franco Bile, durante la conferenza stampa di inizio d’anno.

Bile è poi passato a esaminare l’attività della Corte Costituzionale, rilevando una riduzione nell’anno che si è appena chiuso dei conflitti Stato-Regioni: "Negli ultimi mesi del 2006 – ha detto – la proposizione di nuovi ricorsi in via principale, e anche di nuovi conflitti di attribuzione fra enti, ha manifestato un certo rallentamento. Il numero di questo tipo di ricorsi definiti con pronunce di estinzione per rinuncia o di cessazione della materia del contendere è raddoppiato, passando da 16 nel 2005 a 31 nel 2006".

E questo perchè, ha rilevato il presidente della Corte Costituzionale, Stato, Regioni e Province autonome vanno "progressivamente adeguandosi ai principi affermati dalla giurisprudenza costituzionale, in particolare al canone della leale collaborazione, esso decisivo per il superamento delle frizioni conseguenti al profondo mutamento del quadro costituzionale determinato dalla riforma del 2001".

«La Corte costituzionale deve ispirarsi e si è costantemente ispirata al criterio della inflessibile indipendenza di giudizio unita ad uno scrupolo di imparzialità incoercibile». Se i tempi della giustizia ordinaria e amministrativa italiana sono "biblici", non altrettanto può dirsi di quelli della Corte Costituzionale: dall’arrivo di un ricorso a palazzo della Consulta alla sua decisione, trascorre mediamente un anno. Peraltro nel contenzioso in via principale questi tempi medi sono stati nel 2006 quasi dimezzati rispetto al 2005. Indubbia celerità del contenzioso istituzionale italiano è motivo di vanto per la Corte, anche in considerazione del principio della ragionevole durata del processo".

Comments are closed.