GIUSTIZIA. Lodo Alfano, Federcontribuenti chiede un confronto sereno

"Con la sentenza sul lodo Alfano, la Corte Costituzionale ha sancito il principio ormai non scontato che l’Italia può essere un Paese normale dove la legge sia applicata in maniera uguale per tutti". Con queste parole ha commentato la sentenza il Presidente Nazionale di Federcontribuenti Carmelo Finocchiaro, che poi ha aggiunto di esprimere piena solidarietà e riconoscimento nei valori di equilibrio fin qui mostrati dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, attaccato poi dal Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.

Il Presidente Finocchiaro, chiede "senso di responsabilità e uno stop fermo a questo tentativo di discreditare la figura del Capo dello Stato e nello stesso tempo a non rispettare le sentenze della Suprema Corte".

"Il nostro Paese ha bisogno di un confronto sereno dove alla base vi sia da parte di tutti il pieno rispetto delle istituzioni. Per quanto ci riguarda saremo vigili e attenti perché vi sia la piena salvaguardia dei principi fondamentali della democrazia repubblicana. Chiediamo uno stop all’imbarbarimento della vita politica nazionale. Il Presidente del Consiglio – conclude Finocchiaro – farebbe bene a occuparsi dei problemi reali del Paese lasciando lavorare il Parlamento che nell’ultimo anno e stato costretto troppo spesso a legiferare su norme ad personam e meno su leggi utili ai cittadini di questo Paese".

Comments are closed.