GIUSTIZIA. Milano, derivati: banche a giudizio. Federconsumatori pronta a costituirsi parte civile

"Federconsumatori esprime soddisfazione e pieno apprezzamento per la decisione del gup Simone Lueri di rinviare a giudizio le banche e gli altri responsabili che avrebbero arrecato al Comune di Milano un danno di oltre 100 milioni di euro nell’ipotizzata truffa aggravata, avente ad oggetto l’operatività del Comune in strumenti finanziari derivati": è quanto rende noto l’associazione, pronta a costituirsi parte civile, in relazione al rinvio al giudizio di quattro banche – Jp Morgan, Deutsche Bank, Ubs e Depfa – per truffa aggravata ai danni del comune di Milano in relazione alla vendita di prodotti derivati. Il processo inizierà il 6 maggio.

L’associazione ricorda che gli effetti economici negativi provocati dalle operazione in derivati degli Enti locali si sono ripercossi sull’intera collettività: "Sottolineiamo, ancora una volta, che troppo spesso gli istituti di credito hanno anteposto la ricerca dell’utile di impresa al dovere di protezione di consumatori, piccole e medie imprese ed Enti locali, dovere imposto loro dalle norme di settore e dalla Costituzione". L’associazione ha deciso dunque di incaricare il proprio difensore di fiducia, l’avvocato Luca Zamagni, di costituire Federconsumatori quale parte civile nel procedimento penale.

Comments are closed.