GIUSTIZIA. Nuovo procedimento d’urgenza dalla Corte Ue per lo spazio libertà e giustizia

La Corte di giustizia europea ha proposto l’istituzione di una nuova forma di procedimento: il procedimento pregiudiziale d’urgenza per lo spazio di libertà, sicurezza e giustizia, uno degli ambiti che necessita maggiormente di norme comunitarie uniformi. Talvolta, infatti, alcune norme sollevano delicate questioni di interpretazione dinanzi ai giudici nazionali, e il procedimento pregiudiziale ordinario utilizzato dalla Corte di giustizia, spesso non riesce a rispondere all’urgenza delle situazioni.

Questo nuovo procedimento, applicabile dal 1° marzo 2008, abbrevia di molto i tempi. C’è una distinzione tra i soggetti ammessi alla fase scritta del procedimento e quelli che possono partecipare alla fase orale. Tra i primi ci sono soltanto le parti della causa principale, lo Stato membro a cui appartiene il giudice del rinvio ed eventualmente la Commissione europea, il Consiglio e il Parlamento. Inoltre, per garantire un ulteriore accelerazione dei tempi, le comunicazioni tra la Corte e questi soggetti potranno svolgersi per via elettronica. Gli altri interessati possono partecipare esclusivamente a un’udienza, per esporre le loro osservazioni orali.

La Corte poi istituirà una sezione di 5 giudici designata appositamente per selezionare velocemente le cause relative allo spazio di libertà, sicurezza e giustizia. Così anche il trattamento delle cause si velocizza.

Per saperne di più cliccare qui

Comments are closed.