GIUSTIZIA. Processi terremoto, Cittadinanzattiva: “Tutti in prescrizione con il processo breve”

Che fine hanno fatto i processi aperti all’Aquila dopo il terremoto che ha devastato la città il 6 aprile 2009? Stanno per finire tutti in prescrizione grazie alla legge sul processo breve presentata dal Ministro della Giustizia Angelino Alfano. A lanciare l’allarme è Cittadinanzattiva che precisa: "i cittadini chiedono tempi celeri, non la cancellazione dei processi". "Siamo da sempre a favore di misure che permettano di avere giustizia in tempi certi, tagliando gli attuali tempi biblici di un processo – ha dichiarato Mimma Modica Alberti, coordinatore nazionale di Giustizia per i diritti-Cittadinanzattiva – Ma non possiamo stare in silenzio di fronte a misure che invece avranno come effetto principale e immediato la prescrizione di procedimenti importanti come questi".

Cittadinanzattiva spiega che il disegno di legge sul processo breve, trattandosi di reati punibili con pene inferiori a 10 anni, è infatti applicabile a tutti i procedimenti avviati all’Aquila, poiché la prescrizione interverrebbe dopo 3 anni per il primo grado di giudizio. Cittadinanzattiva partecipa attivamente in 6 dei procedimenti aperti dopo il terremoto; l’Associazione si è costituita parte offesa a sostegno dei familiari delle vittime dei crolli, e ha nominato propri periti per seguire da vicino tutte le fasi di indagine. In 3 dei processi avviati, a seguito della chiusura delle indagini e del rinvio a giudizio degli imputati, Cittadinanzattiva si è costituita parte civile: Convitto nazionale, Facoltà di Ingegneria, Casa dello Studente (attualmente in fase di udienza preliminare). Nel caso della Casa dello Studente, essendo ancora in corso l’udienza preliminare, potrebbe verificarsi la prescrizione dei reati (omicidio colposo e crollo colposo) prima che il processo di primo grado termini. Secondo il disegno di legge il processo si da per iniziato alla data di assunzione della qualità di imputato, quindi con la richiesta di rinvio a giudizio formulata dal PM che, per la Casa dello studente, risale a circa un anno fa.

Comments are closed.