GIUSTIZIA. Processo lumaca, Corte di Appello Salerno condanna Ministero Giustizia

La Corte di Appello di Salerno (competente a giudicare l’operato dei Giudici di Catanzaro), con una decisione depositata il 23 settembre scorso, ha condannato il Ministero della Giustizia a risarcire i danni subiti da ben 88 cittadini della provincia di Cosenza, difesi dall’Avv. Assunta Gioia, specializzata in diritto dei consumatori. La condanna ammonta a circa 600.000 euro, e trae origine da un giudizio civile già pendente presso il Tribunale di Catanzaro che ha visto coinvolti gli 88 utenti del "servizio" giustizia per circa 10 anni, solo in primo grado, durante i quali si è assistito ad un continuo rinvio delle sedute. Questo è l’ulteriore caso in cui lo Stato italiano viene condannato, e questa volta ad una somma forse mai raggiunta prima per un unico giudizio, per l’atavica lentezza della nostra giustizia. "L’auspicio – commenta l’avvocato Gioia – non può che essere quello che gli 88 cittadini ottengano effettivamente in tempi rapidi il risarcimento, anche per evitare un’ulteriore responsabilità dello Stato; nonché quello che la straordinaria condanna contribuisca a far sì che in futuro i processi durino effettivamente minor tempo".

Comments are closed.