GIUSTIZIA. Reclami per le bollette, il bilancio della conciliazione in Emilia-Romagna

Nel mese di febbraio la Confservizi Emilia-Romagna in collaborazione con le aziende Aimag, Enìa, Hera e 12 Associazioni dei consumatori, ha avviato, su tutto il territorio regionale, il servizio gratuito di conciliazione paritetica. Così i cittadini e le aziende hanno avuto a disposizione uno strumento per risolvere le controversie in modo semplice e veloce, attraverso il dialogo, senza ricorrere al giudice.

Ma qual è il bilancio del servizio fino ad oggi? La prima verifica con dati aggiornati al 30 settembre, testimonia un ricorso contenuto allo strumento, grazie al lavoro preventivo fatto dalle aziende e dalle associazioni dei consumatori per la gestione dei reclami e la risoluzione delle criticità segnalate.

Su un totale di 5.115 reclami ricevuti dalle aziende dalla partenza del servizio, solo l’1,11% non si è risolto con le attività di sportello e si è tramutato appunto in 57 domande di conciliazione, di cui 23 non ricevibili perché relative ad altri settori (acqua, rifiuti…). Sulle 57 domande di conciliazione pervenute, 34 pratiche istruite, di cui 11 risolte positivamente, 13 ancora in lavorazione e 10 per le quali non è stato raggiunto un accordo tra utente e azienda.

"Si tratta di un risultato positivo e incoraggiante – commenta il presidente di Confservizi Emilia-Romagna Graziano Cremonini – per un servizio, ancora in fase sperimentale, che vuole essere uno strumento di facilitazione per giungere ad una risoluzione positiva delle controversie tra utenti e le aziende a noi associate. Da sottolineare come, a fronte dei reclami, le aziende riescano già, nella stragrande maggioranza dei casi, anche con il lavoro delle associazioni dei consumatori, a trovare una ricomposizione prima di avviare il procedimento di conciliazione". "Credo sia un primo risultato positivo – aggiunge Giuseppe Rodia responsabile di Federconsumatori Emilia-Romagna per il settore energia – auspichiamo che le aziende intensifichino, attraverso la bollettazione, la comunicazione all’utenza dell’esistenza di questo servizio perché riteniamo che sia ancora poco conosciuto".

La scheda di sintesi della conciliazione

Comments are closed.