GIUSTIZIA. Senato approva processo breve. Ora parola alla Camera

Il Senato ha approvato con 163 voti favorevoli, 130 contrari e 2 astenuti il disegno di legge sul processo breve, che passa ora all’esame della Camera. Il ddl prevede, fra l’altro, che il processo dovrà considerarsi estinto se il giudizio di primo grado non sarà concluso entro tre anni, entro due per l’appello ed entro un anno e sei mesi per il giudizio in Cassazione, per reati con pene inferiori a 10 anni. Per i reati di mafia e terrorismo, i limiti di tempo sono cinque anni per il primo grado, tre per l’appello e due per la Cassazione. I termini possono essere aumentati dal giudice in presenza di processi complessi o con numerosi imputati. Il provvedimento si applicherà ai reati in corso se sono relativi a reati commessi prima di maggio 2006, indultati o indultabili, e con pene inferiori a dieci anni, ma con un termine più breve (due anni).

Negativo il commento di Federconsumatori. Per l’associazione, dichiara il presidente Rosario Trefiletti, "oggi è una giornata nera, a causa dell’approvazione in Senato delle norme sul processo breve" e se le norme dovessero passare anche alla Camera "sarà fatta ingiustizia".

"La decadenza automatica di numerosi processi penali che vedono protagonisti i più variegati truffatori del nostro Paese (solo per esemplificare i casi Tucker e Parmalat, Cirio etc…), è un vero e proprio oltraggio al fondamentale diritto dei cittadini di ottenere giustizia", denuncia Federconsumatori, per la quale la riduzione dei tempi della giustizia si ottiene attraverso altre strade: una riforma organica con più fondi e una riorganizzazione per aumentare l’efficienza; il rafforzamento dei Giudici di Pace; il potenziamento della conciliazione; l’effettiva efficacia della class action.

"Federconsumatori metterà in campo tutte le iniziative giuridiche, anche costituzionali, per contrastare un tale scempio – conclude l’associazione – Inoltre, Federconsumatori informerà il Paese in maniera dettagliatissima di tutti i casi che questa amnistia neanche troppo mascherata produrrà a danno dei centinaia di migliaia di cittadini raggirati e truffati".

Comments are closed.