GIUSTIZIA. Tariffe vantaggiose, avvocati sanzionati

Il pool di avvocati pubblicizza una tariffa vantaggiosa per i consumatori per assisterli in caso di separazione consensuale o divorzio, ma l’Ordine forense li sanziona e li sospende per due mesi in primo grado. È quanto accaduto a Monza e denunciata da Altroconsumo, che oggi ha segnalato la vicenda con una lettera formale al presidente dell’Antitrust Antonio Catricalà.

Racconta Altroconsumo: "Ci sono avvocati in Italia che tentano di avvicinarsi ai consumatori, adeguando le proprie parcelle al mercato, ma l’ordine forense è intervenuto immediatamente, sanzionandoli. E’ la vicenda che ha coinvolto AVVOCATI POINT, un pool di professionisti esperti in cause di separazione. Accusati di aver leso dignità e decoro della categoria per aver proposto e pubblicizzato su un quotidiano locale una tariffa vantaggiosa, 612 euro (IVA inclusa) per l’assistenza in cause di separazione consensuale e divorzio, sono stati sospesi per due mesi in primo grado dall’Ordine forense di Monza". Gli avvocati naturalmente presenteranno ricorso, ma per l’associazione la vicenda rende bene l’idea di quanto molte realtà siano ancora arroccate su posizioni anacronistiche.

Altroconsumo ricorda gli elementi contrari alla modernizzazione, all’analisi del Parlamento: "l’ottica della reintroduzione delle tariffe minime, che ingessano e umiliano la concorrenza dell’offerta; l’introduzione dell’esclusiva nella conciliazione e nella consulenza; l’innalzamento di altre barriere per l’accesso alla professione".

Comments are closed.