GIUSTIZIA. Torino, nessun accordo Codacons-Intesa Sanpaolo

Non è andato a buon fine l’invito del tribunale di Torino a raggiungere una conciliazione fra Intesa Sanpaolo e il Codacons, che ha promosso una class action (la prima in Italia) contro l’istituto bancario. La questione è stata discussa all’udienza di oggi. L’azione collettiva riguarda le commissioni bancarie introdotte dall’istituto di credito in sostituzione del massimo scoperto. Il Codacons, per accettare l’accordo, aveva chiesto la cancellazione delle "clausole vessatorie sulle commissioni" e "un risarcimento simbolico di un euro a correntista". La banca ha fatto presente che la disciplina sulla materia cambierà perchè è prevista una modifica delle norme di legge. "A noi – ha commentato l’avvocato Tiziana Sorriento, del Codacons – l’intervento del legislatore non può che far piacere. Vuol dire che i nostri rilievi sono fondati". Il presidente del tribunale, Luciano Panzani, ha disposto che l’udienza sia pubblica; ora dovrà decidere se la class action sia ammissibile o no.

Comments are closed.