GIUSTIZIA. Tribunale Unione europea: sì ai marchi UNIWEB e UniCredit Wealth Management

Il Tribunale dell’Unione europea ha annullato le decisioni che rifiutavano la registrazione dei marchi UNIWEB e UniCredit Wealth Management di Unicredito Italiano SpA (l’allora Unicredit): in assenza di ulteriori somiglianze, ha detto il Tribunale, il prefisso "uni" non è, di per sé, sufficiente a determinare un rischio di confusione con una serie di marchi precedenti.

La questione risale al 2001, quando UniCredito Italiano SpA chiede all’Ufficio per l’armonizzazione del mercato interno (UAMI) la registrazione di due marchi: UNIWEB e UniCredit Wealth Management, relativi a servizi e prodotti finanziari, assicurativi ed immobiliari. Alla registrazione si oppone la società tedesca Union Investment Privatfonds GmbH, sostenendo che i marchi creavano un rischio di confusione con i suoi marchi precedenti UNIFONDS, UNIRAK e UNIZINS. E l’Ufficio nega la registrazione. Unicredito allora propone ricorso prima
davanti alla commissione di ricorso dell’UAMI e, dopo che il suo ricorso è stato respinto, presso il Tribunale dell’Unione europea. Che oggi dà ragione alla società.

Nella sua sentenza odierna, il Tribunale ricorda infatti che "la presenza di una serie di marchi precedenti, in assenza di una prova supplementare del rischio di confusione, non può, di per sé, impedire la registrazione di un nuovo marchio, ma è necessario che il nuovo marchio presenti delle caratteristiche tali da consentire di ricollegarlo alla serie – si legge in una nota – Secondo il Tribunale, nel raffronto dei marchi controversi, nessun aspetto, da solo od unitamente ad altri fattori, consente di associare i marchi di Unicredito alla serie anteriore della società tedesca, e creare quindi un rischio di confusione. In effetti, il prefisso "uni", da solo, non provoca l’associazione diretta del marchio alla suddetta serie e il fatto che nei nuovi marchi i termini accostati al prefisso siano espressi in inglese e non in tedesco escludono ulteriori eventuali somiglianze".

Comments are closed.