GIUSTIZIA. Tutela consumatori, Commissione Ue propone il “ricorso collettivo”

Il commissario alla protezione dei consumatori, Meglena Kuneva, ha presentato oggi un documento che propone anche l’istituzione di un meccanismo di ricorso collettivo in tutti i paesi della Ue che semplifichi la rivendicazione dei propri diritti ai cittadini che si ritengono danneggiati da un’azienda e pretendono un risarcimento.

Il documento definitivo sarà presentato a marzo 2009, dopo un periodo di consultazione di tre mesi. Il ricorso collettivo europeo, ha spiegato Kuneva, non assomiglierà al sistema americano, che fa guadagnare soprattutto gli avvocati che intascano una grossa fetta del risarcimento.

Il "ricorso collettivo europeo", secondo il disegno del commissario, vuole superare le barriere normative tra gli Stati, rendendo possibile la raccolta di ricorsi individuali di un gran numero di consumatori che, per esempio, si ritiene danneggiato da una banca che applica un sovrapprezzo ingiustificato o da una pubblicità ingannevole su Internet.

Per la consultazione:http://ec.europa.eu/consumers/redress_cons/collective_redress_en.htm

I commenti possono essere inviati al seguente indirizzo di posta elettronica entro il 1° marzo 2009: sanco-consumer-collective-redress@ec.europa.eu

Comments are closed.