GIUSTIZIA. UE, respinto ricorso dell’Italia per discriminazione dell’italiano in bandi di concorso

Il Tribunale dell’Unione Europea ha respinto il ricorso presentato dall’Italia per l’annullamento di 2 bandi di concorso della Commissione pubblicati esclusivamente in inglese, francese e tedesco. Secondo l’Italia la Commissione aveva violato il regolamento del Consiglio n. 1/58 sull’utilizzo delle lingue ufficiali e lo statuto del personale UE, che prevede la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale GUUE dei bandi di concorso generale nelle 23 lingue ufficiali. Secondo il Tribunale dell’UE, invece, la pubblicazione integrale nella GUUE dei bandi di concorso controversi in sole 3 lingue, seguita da una pubblicazione succinta in tutte le lingue ufficiali, di modifiche di detti bandi, non costituisce una discriminazione basata sulla lingua.

 

 

 

Comments are closed.