GOVERNO. CdM approva ddl su ratifica Convenzione Consiglio d’Europa su protezione dei minori

Un disegno di legge per la ratifica e l’esecuzione della Convenzione del Consiglio d’Europa sulla protezione dei minori, che prevede il nuovo reato dell’adescamento di minori attraverso internet: è uno dei provvedimenti approvato oggi dal Consiglio dei Ministri. Su proposta su proposta dei Ministri degli affari esteri, Franco Frattini, della giustizia, Angelino Alfano, e per le pari opportunità, Maria Rosaria Carfagna, il CdM ha infatti approvato un disegno di legge per la ratifica e l’esecuzione della Convenzione del Consiglio d’Europa sulla protezione dei minori contro lo sfruttamento e gli abusi sessuali.

"Si tratta di un Atto di grande rilevanza – si legge nel comunicato ufficiale del Governo – i cui obiettivi, oltre a prevenzione e contrasto, sono la tutela dei diritti dei minori, la promozione di forme di cooperazione fra Stati contro questi fenomeni, l’istituzione di un meccanismo di monitoraggio. La ratifica si aggiunge alla già significativa disciplina di cui l’Italia si è dotata negli ultimi anni in materia ed implicherà, dopo l’approvazione da parte del Parlamento, la modifica e l’adeguamento dell’ordinamento interno (principalmente dei codici penale e di procedura penale) a quanto previsto nella Convenzione. Viene infatti ampliato l’ambito di tutela ed inasprito il sistema sanzionatorio, anche con la previsione di nuove aggravanti, la restrizione di alcune attenuanti ed il prolungamento dei termini di prescrizione. Il disegno di legge introduce nell’ordinamento penalistico la nuova fattispecie di reato dell’adescamento di minori a mezzo internet".

Su proposta del Ministro dello sviluppo economico, Claudio Scajola, è stato approvato un regolamento che "integra la disciplina del risarcimento diretto dei danni derivanti da circolazione stradale, istituto introdotto nel 2005 per consentire ai danneggiati di rivolgere le richieste di risarcimento alla propria impresa di assicurazione anziché a quella della parte avversa; la modifica è tesa ad assicurare la piena equità fra imprese assicuratrici dell’attuale meccanismo di compensazione, passando da un metodo basato sulla forfetizzazione ad un calcolo che tenga conto delle categorie di veicoli assicurati".

Il CdM ha inoltre prorogato lo stato d’emergenza già dichiarato nella città di Napoli, al fine di completare gli interventi di contrasto ai problemi del traffico e della mobilità. Il Consiglio ha inoltre autorizzato il Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione, Renato Brunetta, ad esprimere il parere favorevole del Governo sull’atto di indirizzo (comparto Regioni ed autonomie locali) e sull’ipotesi di contratto collettivo nazionale di lavoro (comparto Università), entrambi relativi al personale non dirigente ed al biennio economico 2008-2009.

Comments are closed.