GOVERNO. CdM: approvato schema ddl per divieto protesi al seno a minorenni

Esame iniziale delle norme anticorruzione che però saranno esaminate in una successiva riunione, schema di ddl per l’istituzione dei registri delle protesi al seno, con divieto di impianto per minorenni, e schema di decreto legislativo per la modifica del Codice dell’amministrazione digitale sono fra i provvedimenti approvati oggi dal Consiglio dei Ministri.

Su proposta del Ministro della salute, Ferruccio Fazio, è stato infatti approvato "uno schema di disegno di legge che, al fine di consentire una più ampia informazione sugli effetti indesiderati, nonché sulle tipologie e sui materiali usati, istituisce i registri nazionali e regionali degli impianti protesici nel seno. L’obiettivo è fornire un ulteriore strumento di tutela della salute delle persone che fanno ricorso a questo tipo di intervento chirurgico, che recenti statistiche indicano solo in minima parte legato a patologie mediche. Il disegno di legge, sul quale è stato sentito il Garante per la privacy, vieta inoltre il ricorso all’intervento da parte di persone di minore età. Lo schema di disegno di legge verrà trasmesso alla Conferenza Stato-Regioni per il parere".

Il Governo ha avviato l’esame delle norme anticorruzione ma per il momento l’ha rinviato alla prossima riunione. Si legge infatti nella nota ufficiale: "E’ stato avviato l’esame di un disegno di legge, su proposta del Ministro della giustizia, Angelino Alfano ed al quale il Governo annette grande importanza, che contiene disposizioni tese a rafforzare il principio di legalità nella pubblica amministrazione attraverso l’ampliamento del novero delle sentenze di condanna ostative alle candidature ad elezioni amministrative e all’assunzione di cariche negli enti locali, nonché modifiche al codice penale in materia di delitti contro la pubblica amministrazione ed aggravamento delle relative pene. Condividendone impianto e finalità, il Consiglio ha deciso di rendere il provvedimento più incisivo integrandolo con disposizioni che perseguano l’obiettivo di una efficienza sempre maggiore nella pubblica amministrazione e negli enti locali. L’esame del disegno di legge sarà pertanto completato nella prossima riunione".

Il CdM ha inoltre approvato uno schema di decreto legislativo che "integra e modifica il vigente Codice dell’amministrazione digitale" con l’obiettivo di modernizzare l’apparato pubblico "con l’individuazione e la diffusione dei più evoluti strumenti tecnologici in modo da semplificare i rapporti con cittadini ed imprese e fornire risposte sempre più tempestive".

Comments are closed.