GOVERNO. CdM: differimento acconto fiscale e semplificazione amministrativa

Riduzione degli acconti Ires, Irap e Irpef e disegno di legge sulla semplificazione amministrativa sono i provvedimenti approvati dal Consiglio dei Ministri di oggi. Il CdM ha infatti approvato il decreto legge per la riduzione degli acconti Ires, Irap e Irpef per un totale complessivo di circa 3,5 miliardi di euro. Tuttavia si tratta solo di un differimento del versamento delle imposte dovute, perché i minori importi saranno recuperati nel 2010. Il ddl sulla semplificazione amministrativa prevede invece, fra le altre cose, che tutti i dipendenti pubblici appena assunti dovranno prestare giuramento sulla Costituzione. Il provvedimento prevede la delega al Governo per l’emanazione della carta dei doveri della Pubblica amministrazione e una serie di innovazioni: entro il 31 dicembre del 2012, tutte le prescrizioni farmaceutiche e specialistiche dovranno essere rilasciabili in formato elettronico; i certificati anagrafici come il cambio di residenza si potranno ottenere anche online, la carta d’identità: sarà rilasciata al compimento dei 10 anni anziché dei 15 come oggi.

"Attendiamo di conoscere il provvedimento del Governo di circa 3 miliardi a favore delle imprese e delle famiglie": così il presidente della Confesercenti Marco Venturi commenta l’intervento dell’Esecutivo e sottolinea che "il taglio degli acconti Irap, Irpef, Ires, non può che dare respiro alle imprese ed alle famiglie che stanno vivendo un momento di grave crisi, che si sostanzia con la chiusura di migliaia di imprese e la perdita di molti posti di lavoro. Ora, però, dobbiamo rendere stabili i tagli per ridurre la pressione fiscale su lavoratori ed imprese e per dare un impulso duraturo alla ripresa dell’economia".

Comments are closed.