GOVERNO. CdM: età pensionabile equiparata da gennaio 2012

Il Governo prende atto dell’ammonimento arrivato dall’Europa e prevede che l’età pensionabile per uomini e donne sia equiparata a partire dal 2012. È quanto si legge nel comunicato ufficiale dell’odierno Consiglio dei Ministri, che "ha discusso ed approvato due emendamento da presentare in sede di conversione del decreto- legge che reca la manovra finanziaria "anti-crisi" (n.78 del 2010- Atto Senato 2228). Il primo prende doverosamente atto del monito all’Italia, espresso in sede europea, ad equiparare l’età pensionabile per uomini e donne e dispone che ciò avvenga dal 1° gennaio 2012 . I risparmi derivanti da questa misura confluiranno nel Fondo strategico per il Paese a sostegno dell’economia reale, istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, e finanzieranno interventi dedicati a politiche sociali e familiari".

Il secondo emendamento riguarda "interventi di contenimento della spesa relativa al personale della RAI fino al 2013": "in primo luogo – si legge nel comunicato – l’ammontare complessivo della spesa per il personale non dipendente, a decorrere dal gennaio 2011, è ridotto almeno del venti per cento, in secondo luogo la spesa complessiva annuale per il personale non dovrà eccedere il venticinque per cento dei costi operativi complessivi annuali".

Comments are closed.