GOVERNO. CdM, i provvedimenti adottati oggi

Alla riunione odierna a Palazzo Chigi del Consiglio dei Ministri sono stati esaminati e approvati provvedimenti in tema di aggiornamento della normativa in materia di salute e sicurezza sul lavoro e agricoltura biologica. Via libera anche alla proposta sulla moratoria per la pena di morte. In particolare:

  • Su proposta del Ministro del lavoro e della previdenza sociale, Cesare Damiano, e del Ministro della salute, Livia Turco, un disegno di legge che delega il Governo a emanare un testo unico per il riassetto e l’aggiornamento della normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro, che è diventata molto più complessa a causa del recepimento di numerose norme comunitarie. In particolare, sarà riformulato e adeguato il sistema sanzionatorio, sarà prevista la piena garanzia per i lavoratori "parasubordinati" e sarà rafforzato il ruolo del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza territoriale. Vengono valorizzati e incoraggiati anche accordi aziendali, codici di condotta e "buone prassi" che orientino utilmente i comportamenti dei datori di lavoro.
  • Su proposta del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Paolo De Castro, un disegno di legge che disciplina organicamente il settore dell’agricoltura biologica, con l’obiettivo di predisporre strumenti idonei perché assuma un ruolo centrale nel mercato tramite gli opportuni controlli e le regole necessarie a dare piena tutela ai consumatori, anche in considerazione di una domanda in forte crescita.
  • Su proposta del Ministro per le politiche europee, Emma Bonino, e del Ministro della giustizia, Clemente Mastella, due schemi di decreti legislativi, da sottoporre alle Commissioni parlamentari, che introducono nell’ordinamento le sanzioni per le violazioni di quanto disposto dai Regolamenti comunitari, relativi ai requisiti assicurativi applicabili ai vettori aerei e agli esercenti di aeromobili e in materia di bande orarie negli aeroporti.
  • Il Consiglio ha dato mandato al Ministro degli affari esteri, Massimo D’Alema, di avanzare il prossimo 23 aprile al Consiglio degli Affari generali dell’Unione Europea la proposta per l’abolizione della pena di morte e la contestuale moratoria, perché essa sia poi presentata all’ONU.

LINK: Governo

Comments are closed.