GOVERNO. CdM, i provvedimenti di oggi

Innovazione del trasporto pubblico locale, revisione della normativa in materia di detenzione e porto d’armi con la previsione di un nulla osta all’acquisto e alla detenzione e la promozione della piena partecipazione delle persone sorde alla vita collettiva. Sono questi alcuni dei provvedimenti approvato oggi durante il Consiglio dei Ministri.

Su proposta del Ministro dei trasporti, Alessandro Bianchi, il CdM ha approvato un disegno di legge (proposto al Parlamento come collegato alla manovra finanziaria per il 2008) che innova il settore del trasporto pubblico locale adeguandolo al processo di riforma verso una maggiore concorrenzialità ed imprime nuovo slancio ad una liberalizzazione socialmente sostenibile, privilegiando il miglioramento qualitativo del servizio e la massima apertura attraverso nuove regole su gare e contratti di servizio, resi ancor più trasparenti ed imparziali. Il disegno di legge verrà anche inviato al parere della Conferenza unificata.

Su proposta del Ministro dell’interno, Giuliano Amato, è stato approvato un disegno di legge che per contrastare il ripetersi di fatti di sangue commessi con abuso di armi anche regolarmente detenute, rende necessaria una revisione della normativa in materia di detenzione e porto d’armi, nonché di accertamento dei requisiti psico-fisici dei soggetti detentori. Vengano potenziati i controlli su acquisto, denuncia, detenzione, custodia e porto delle armi. Il disegno di legge introduce l’istituto del nulla osta all’acquisto e alla detenzione delle armi, in aggiunta alla già esistente licenza di porto d’armi. Sono inoltre previste verifiche periodiche sul possesso dei requisiti psico-fisici e viene costituito un apposito organo collegiale medico presso le aziende sanitarie locali. È stato inoltre approvato un regolamento che disciplina le modalità per l’affidamento in locazione ad uso di abitazione di immobili appartenenti al Fondo edifici di culto (ente dello Stato istituito nel 1985 per la gestione, il restauro, la tutela e la valorizzazione degli edifici di culto di sua proprietà), al fine di regolare la partecipazione di chi intenda soddisfare esigenze abitative (anche locazioni di interesse culturale, per finalità di turismo, affari e visite) nonché di creare le condizioni per una maggiore remuneratività del Fondo stesso.

Su proposta del Ministro della solidarietà sociale, Paolo Ferrero, il CdM ha approvato un ddl che promuove una partecipazione piena e compiuta delle persone sorde (in Italia circa 70.000) alla vita collettiva, assicurando la loro integrazione nella vita sociale, economica e politica, in attuazione della recentissima Convenzione di New York sui diritti delle persone con disabilità (30 marzo 2007). Il provvedimento, predisposto in stretta collaborazione con le associazioni, oltre a riconoscere la lingua dei segni italiana (nonché la corrispondente del gruppo linguistico tedesco per la provincia autonoma di Bolzano) verrà completato da un successivo regolamento che disciplinerà in dettaglio: interventi diagnostici precoci, abilitativi e riabilitativi per tutti i bambini nati o divenuti sordi, ai fini dei necessari interventi protesici e logopedici (anche attraverso la configurazione di apposite figure professionali); misure volte a favorire la diffusione di strumenti e modalità di accesso all’informazione ed alla comunicazione; garanzie per l’uso effettivo della lingua italiana dei segni, e di ogni soluzione idonea per favorire la comunicazione delle persone sorde nei rapporti con la pubblica amministrazione e nei giudizi civili e penali. Il disegno di legge ha ricevuto il parere della Conferenza unificata.

Su proposta del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, Alfonso Pecoraro Scanio, e del Ministro per le politiche europee, Emma Bonino, è stato approvato uno schema di decreto legislativo che dà attuazione alla delega conferita al Governo dalla legge n.308 del 2004 per interventi di riordino e razionalizzazione della normativa vigente in materia ambientale. Il testo approvato oggi dal Consiglio, che riceverà il definitivo parere delle Commissioni parlamentari competenti, apporta interventi migliorativi alla disciplina in materia di valutazione di impatto ambientale (VIA), valutazione ambientale strategica (VAS), autorizzazione ambientale integrata (IPPC) e rifiuti.

Su proposta del Ministro degli affari esteri, Massimo D’Alema, sono stati approvati due disegni di legge per la ratifica e l’esecuzione dell’Accordo fra l’Italia e la Moldova sulla regolamentazione reciproca dell’autotrasporto internazionale di viaggiatori e merci, e della Convenzione conclusa sulla base dell’articolo K3 del Trattato dell’Unione europea, relativa alla mutua assistenza ed alla cooperazione tra le Amministrazioni doganali.

Su proposta del Ministro della difesa, Arturo Parisi, è stato approvato un ddl per l’adeguamento delle disposizioni in materia di personale delle Forze armate, istituti di formazione ed onorificenze. È stato inoltre approvato, su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze, Tommaso Padoa-Schioppa, un regolamento che disciplina il nuovo servizio matricolare della Guardia di finanza; su proposta del Ministro della pubblica istruzione Giuseppe Fioroni, un regolamento per la riorganizzazione del Ministero sulla base dei criteri di razionalizzazione e risparmio previsti dalla legge finanziaria per il 2007.

Il Consiglio ha poi deciso di prorogare alcuni stati d’emergenza precedentemente dichiarati, al fine di consentire l’ultimazione degli interventi di recupero in Friuli-Venezia Giulia a seguito di intense e prolungate precipitazioni, per l’emergenza nella laguna di Marano-Grado e nella laguna di Venezia, in relazione alla rimozione di sedimenti inquinati e per l’esplosione nella raffineria Umbria Olii di Campello sul Clitunno. Il CdM ha inoltre dichiarato "grande evento" il complesso delle celebrazioni per il centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia, che avranno luogo nel periodo 2008-2010 e, in special modo, nell’anno 2011. La dichiarazione è stata adottata al fine di accelerare le realizzazioni infrastrutturali necessarie, in un quadro significativo di interventi consoni alla celebrazione dell’Unità nazionale.

Comments are closed.