GOVERNO. CdM proclama lo stato d’emergenza per Viareggio

Il Consiglio dei Ministri, riunitosi oggi a Palazzo Chigi ha dichiarato lo stato d’emergenza dell’area di Viareggio, proclamando il lutto nazionale per le vittime del disastro ferroviario e preannunciando i funerali solenni. Lo stato d’emergenza dovrà consentire alla Protezione Civile di fronteggiare con mezzi finanziari straordinari le conseguenze della sciagura e la ricostruzione.

Silvio Berlusconi ha ribadito che saranno compiuti tutti gli accertamenti sulle modalità e sulle cause dell’incidente, auspicando che simili disgrazie non abbiano modo di ripetersi. Il Consiglio ha espresso un particolare apprezzamento ai Vigili del fuoco che si sono prodigati fin dalle prime operazioni di soccorso, ribadendo la determinazione di provvedere al più presto al potenziamento del Corpo (uomini e mezzi) con apposito provvedimento.

E’ stato poi prorogato lo stato d’emergenza già dichiarato nel territorio della provincia di Vibo Valentia per completare gli interventi di ripristino di danni causati da eventi alluvionali.

Rinviato alla prossima seduta l’esame dello schema di regolamento concernente la struttura ed il funzionamento dell’agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca- ANVUR.

Il Consiglio ha infine deliberato:

  • su proposta del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, Mariastella Gelmini la nomina del professor Enrico SAGGESE a Presidente dell’Agenzia spaziale italiana (ASI);
  • su proposta del Ministro della difesa, Ignazio la Russa la promozione dei generali di divisione Mauro MOSCATELLI (Esercito) e Maurizio LODOVISI (Aeronautica) rispettivamente a generale di Corpo d’armata e a generale di Squadra aerea;
  • su proposta del Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione, Renato Brunetta la nomina del dottor Stefano Luigi TORDA a componente del Centro nazionale per l’informatica nella pubblica amministrazione- CNIPA.

 

Comments are closed.