GOVERNO. CdM: sospensione degli sfratti e linee guida sul diritto di sciopero

Sospensione degli sfratti fino al 30 giugno 2009 ed esame delle linee guida sullo sciopero per un disegno di legge delega sono le principali decisioni scaturite dell’odierno Consiglio dei Ministri. "Il Consiglio dei Ministri – si legge nel documento ufficiale – ha esaminato le linee guida per la consultazione delle parti sociali su un disegno di legge-delega predisposto dal Ministro Sacconi che contiene i principi e criteri direttivi per la regolamentazione e prevenzione dei conflitti collettivi di lavoro e per garantire il buon funzionamento del sistema di relazioni industriali. La consultazione si svolgerà con le organizzazioni dei datori di lavoro e dei lavoratori, comparativamente più rappresentative al fine di dare piena attuazione all’articolo 40 della Costituzione e con l’obiettivo di realizzare, in tutti i settori produttivi e con particolare riferimento ai servizi pubblici essenziali, un migliore e più effettivo contemperamento tra esercizio del diritto di sciopero e salvaguardia dei diritti della persona e della impresa costituzionalmente tutelati".

Su proposta del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Altero Matteoli, il Consiglio ha approvato un decreto-legge che interviene fra l’altro sugli sfratti e prevede "misure per fronteggiare il disagio abitativo di particolari categorie sociali nei capoluoghi di aree metropolitane e nei comuni confinanti ad alta tensione abitativa; in particolare l’esecutività degli sfratti viene sospesa fino al 30 giugno 2009 ed i proprietari delle relative abitazioni continueranno a beneficiare fino alla stessa data delle agevolazioni fiscali previste dalla normativa vigente in materia".

Sono stati predisposti finanziamenti per 233 milioni di euro alla Regione Sardegna per completare le opere relative alla Presidenza italiana del G8 del prossimo anno.

Comments are closed.