GOVERNO. CdM vara piano anti crisi

Il Consiglio dei Ministri che si è riunito ieri sera in via d’urgenza ha esaminato e approvato un decreto-legge concernente disposizioni urgenti per la stabilità del sistema bancario e la tutela del risparmio. In sostanza il Consiglio ha deciso di mettere a disposizione del sistema bancario un fondo (inizialmente e’ stata indicata la cifra di 20 miliardi di euro, poi lo stesso Tremonti ha chiarito che non ci sono limiti e che le necessità verranno valutate caso per caso) da utilizzare per fare fronte alla crisi della finanza.

Il premier Silvio Berlusconi durante la conferenza stampa ha garantito che "nessuna banca fallirà e che i risparmiatori devono stare tranquilli". In caso di necessità – ha continuato il Presidente del Consiglio – il Tesoro interverrà nella ricapitalizzazione delle banche sottoscrivendo azioni senza diritto di voto. Viene inoltre istituito un fondo di salvaguardia di secondo grado dei depositi bancari per cifre fino a 103mila euro. Attualmente i depositi sono garantiti fino a 103000 euro dal fondo interbancario, una istituzione privata alimentata dagli istituti di credito.

Comments are closed.