GOVERNO. Dalla Camera fiducia alla manovra-bis

Il Governo ha ottenuto la fiducia della Camera dei Deputati sulla Manovra-bis con 327 sì e 247 no. Sono stati 199 gli ordini del giorno presentati dalla Casa delle libertà e 56 quelli della maggioranza. La manovra contiene disposizioni "per il rilancio economico e sociale, per il contenimento e la razionalizzazione della spesa pubblica, nonché interventi in materia di entrate e di contrasto all’evasione fiscale". Ora si attende il via libera definitivo della Camera e la firma del Presidente della Repubblica, quindi la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Al centro della manovra le misure del decreto Bersani sulle liberalizzazioni. Dalla vendita dei farmaci nei supermercati ai costi zero per la chiusura dei conti correnti, dall’indennizzo diretto al superamento del vincolo del monomandato per gli agenti assicurativi in tema di Rc auto. Per quanto riguarda i taxi il testo approvato è quello risultante dall’accordo raggiunto tra Governo e categoria: la norma prevede concorsi straordinari per il rilascio di nuove licenze a titolo gratuito o oneroso; turnazioni giornaliere integrative in aggiunta a quelle ordinarie, con assunzione di sostituti alla guida o collaboratori; e titoli autorizzatori temporanei, non cedibili, per eventi straordinari o per periodi di prevedibile incremento della domanda.

Novità anche nel settore fiscale: banche e poste dovranno comunicare allo Stato i rapporti esistenti con i loro clienti, mentre le assicurazioni dovranno trasmettere all’anagrafe tributaria informazioni sui rimborsi agli assicurati. Molte le novità per quanto riguarda l’Iva mentre per la vendita di immobili si dovrà dichiarare il prezzo reale dell’immobile e l’imposta di registro sarà calcolata sul valore catastale.

Comments are closed.