GOVERNO. I provvedimenti adottati dal CdM

Il Consiglio dei Ministri ha approvato i seguenti provvedimenti: su proposta del ministro della Giustizia Clemente Mastella, ha approvato il nuovo regolamento per "l’assegnazione in uso e la gestione degli alloggi demaniali di servizio annessi alle strutture penitenziarie per il personale dell’amministrazione medesima" che ne individua "le categorie di assegnatari" e prevede "l’assegnazione temporanea, a titolo di concessione onerosa, per quelli rimasti disponibili".

Su proposta del ministro per le politiche europee Emma Bonino e dei ministri di settore, diversi schemi di decreti legislativi, sui quali verranno acquisiti i pareri delle commissioni competenti, per il recepimento di numerose direttive comunitarie, in particolare in materia economica ed energetica. In particolare sono state approvate, sempre in attesa dei pareri delle commissioni competenti, le direttiva 96 del 2003 e la direttiva 8 del 2004.

La prima riguarda la revisione del quadro comunitario relativo alla tassazione dei prodotti energetici e dell’elettricità, prevedendo che l’insieme dei prodotti che gli Stati membri dovranno obbligatoriamente sottoporre ad accisa non sarà più formato dai soli olii minerali ma da una più ampia categoria di ‘prodotti energetici’ a cui è aggiunta l’elettricità; la seconda, promuove invece la cogenerazione basata su una domanda di calore utile nel mercato interno dell’energia, l’incentivazione dell’utilizzo degli impianti che generano in un unico processo energia termica ed elettrica e/o energia meccanica, con il fine di ottenere risparmi economici, riduzione dell’impatto ambientale, minori perdite di trasmissione, sostituzione di modalità di produzione di calore poco efficaci e più inquinanti, oltre all’esame dello schema di decreto legislativo per il recepimento della direttiva 2003/122 Euratom sul controllo delle sorgenti radioattive sigillate ad alta attività e delle sorgenti orfane è stato rinviato a una successiva seduta.

Su proposta del ministro per le politiche europee, Emma Bonino, e del ministro dell’Economia Tommaso Padoa Schioppa, è stato poi approvato in via definitiva un decreto legislativo che recepisce la direttiva 38 del 2003 che modifica alcune disposizioni di precedenti direttive comunitarie, già recepite nel nostro ordinamento, in materia di soglia dimensionale (con riferimento allo stato patrimoniale e all’importo netto del volume d’affari ) per la redazione del bilancio di taluni tipi di società.

Comments are closed.