GOVERNO. I provvedimenti adottati dal CdM

Si è tenuto questa mattina il 34esimo Consiglio dei Ministri del governo Prodi. Tra i provvedimenti approvati segnaliamo, proposto dai ministri Chiti e Lanzillotta, lo schema di disegno di legge costituzionale per la razionalizzazione del procedimento per il distacco-aggregazione di Comuni o Province da una Regione all’altra. Viene proposta al Parlamento la modifica dell’articolo 132, secondo comma, della Costituzione con una formulazione più puntuale, finalizzata a consentirne un’attuazione più agevole (e a superare il problema di un consistente contenzioso costituzionale scaturito dall’attuale, lacunosa formulazione della norma) e una più ampia espressione delle volontà di tutte le popolazioni interessate, comunali e provinciali; sul provvedimento verrà sentita la Conferenza unificata;

Di seguito gli altri provvedimenti approvati:

  • su proposta del Presidente del Consiglio, del Ministro per gli affari regionali e le autonomie territoriali, Lanzillotta, e del Ministro dell’interno, Giuliano Amato:

– uno schema di disegno di legge che dà attuazione agli articoli 114, 117 e 118 della Costituzione (modificati dalla riforma del 2001) conferendo al Governo delega a individuare e ripartire le funzioni amministrative che spettano a Comuni, Province, Città metropolitane, Regioni e Stato, adeguare l’ordinamento degli enti locali, disciplinare l’ordinamento di Roma capitale. Il provvedimento, che disciplina altresì il procedimento di istituzione delle città metropolitane, contiene due ulteriori deleghe a effettuare la revisione delle circoscrizioni delle Province, finalizzata a razionalizzarne gli assetti territoriali a seguito della definizione e attribuzione delle funzioni fondamentali amministrative degli enti locali, nonché ad adottare la "Carta delle autonomie locali", strumento di coordinamento sistematico (formale e sostanziale) delle disposizioni statali che risulteranno dall’attuazione delle deleghe; sullo schema di disegno di legge verrà acquisito il parere della Conferenza unificata;

  • su proposta del Ministro per le politiche europee, Emma Bonino, e dei Ministri di settore:

– tre decreti legislativi, sui quali sono stati acquisiti i pareri prescritti, per il recepimento delle seguenti direttive comunitarie:
1) 2002/14, per la disciplina di un quadro giuridico generale e uniforme sull’informazione e consultazione dei lavoratori nelle imprese pubbliche e private che abbiano più di cinquanta lavoratori e che esercitino un’attività economica anche senza fini di lucro (co-proponente il Ministro del lavoro e della previdenza sociale);
2) 2003/96, per la revisione del quadro comunitario relativo alla tassazione dei prodotti energetici e dell’elettricità, prevedendo che l’insieme dei prodotti che gli Stati membri dovranno obbligatoriamente sottoporre ad accisa non sarà più formato dai soli olii minerali ma da una più ampia categoria di "prodotti energetici" a cui è aggiunta l’elettricità (co-proponente il Ministro dell’economia e delle finanze);
3) 2004/38, sull’esercizio e sui limiti del diritto dei cittadini dell’Unione europea (e dei familiari che li accompagnano o li raggiungono) di circolare e di soggiornare liberamente e permanentemente nel territorio degli Stati membri (co-proponente il Ministro dell’interno);
– uno schema di decreto legislativo per il recepimento della direttiva 2004/82, che disciplina l’obbligo, le condizioni e le modalità per la comunicazione anticipata da parte dei vettori aerei, agli uffici incaricati dei controlli di polizia di frontiera, dei dati relativi alle persone trasportate; sul provvedimento verrà sentito il Garante per la protezione dei dati personali e verranno acquisiti i pareri delle Commissioni parlamentari;

  • su proposta del Ministro degli affari esteri, Massimo D’Alema:

– due disegni di legge per la ratifica e l’esecuzione dei seguenti Atti internazionali:
1) Accordo di cooperazione relativo a un sistema globale di navigazione satellitare civile (GNSS) tra la Comunità europea e i suoi Stati membri e Israele ;
2) Memorandum d’intesa fra l’Italia e la Svizzera sulla cooperazione per i materiali della difesa (co-proponente il Ministro della difesa);
su proposta del Ministro dell’università e della ricerca, Fabio Mussi:
– un regolamento per la ridefinizione degli assetti organizzativi degli Uffici di diretta collaborazione del Ministro, sul quale sono stati acquisiti i pareri del Consiglio di Stato e delle Commissioni parlamentari.

Il Consiglio ha poi approvato in via preliminare una ulteriore tranche di regolamenti che, ai sensi dell’articolo 29 del decreto-legge n. 223 del 2006, consentiranno un significativo contenimento della spesa pubblica, in linea con le finalità di risparmio, obiettivo di grande rilevanza per il Governo. I regolamenti razionalizzano, eliminano, riordinano o accorpano organismi e collegi che operano presso i Ministeri dell’economia e della salute; prevedono, come richiesto dal decreto-legge, un taglio del 30% sulle spese dell’anno precedente nell’ambito di un disegno organico di risparmio e di ottimizzazione dell’efficienza attuato attraverso la ricognizione degli organismi tuttora funzionali all’attuazione dell’indirizzo amministrativo del Governo. Gli schemi di regolamento oggi approvati dal Consiglio dei Ministri, su proposta dei Ministri della salute, Livia Turco, e dell’economia e finanze, Tommaso Padoa-Schioppa, verranno trasmessi al parere del Consiglio di Stato.

Il Consiglio ha poi deliberato lo scioglimento del consiglio comunale di Soriano Calabro (Vibo Valentia) dove sono state accertate forme di ingerenza da parte della criminalità organizzata. Al fine di consentire il completamento delle operazioni di risanamento già intraprese, il Consiglio ha deliberato inoltre di prorogare per sei mesi lo scioglimento del consiglio comunale di Burgio (Agrigento), già decretato per analoghi motivi.

E’ stato inoltre prorogato lo stato d’emergenza, già deliberato, per la messa in sicurezza di quindici grandi dighe sull’intero territorio nazionale.

Infine il Consiglio ha deliberato:

  • su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri:

– nomina del Presidente aggiunto della Corte dei conti, dott. Tullio LAZZARO, a Presidente della Corte medesima, su designazione del Consiglio di presidenza dell’Istituto;
– nomina del dott. Bruno FERRANTE ad Alto Commissario per la prevenzione e il contrasto della corruzione e delle altre forme di illecito nella pubblica amministrazione;
su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze, Padoa-Schioppa:
– avvio della procedura per il rinnovo triennale dell’incarico di Direttore dell’Agenzia del demanio conferito all’architetto Elisabetta SPITZ;
su proposta del Ministro della difesa, Arturo Parisi:
– promozione del generale di divisione aerea Tiziano TOSI a generale di Squadra aerea;
– promozione del generale di divisione delle Armi di fanteria dell’Esercito Adriano SANTINI a generale di Corpo d’armata;

Il Consiglio, infine, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie locali, ha esaminato numerose leggi regionali a norma dell’art. 127 della Costituzione.

 

Comments are closed.