GOVERNO. I provvedimenti adottati dal CdM

Il Consiglio dei Ministri che si è riunito questa mattina ha approvato, oltre ai quattro che riorganizzavano la scuola, anche i seguenti provvedimenti: su proposta del ministro La Russa, il rifinanziamento delle missioni estere con un incremento degli stanziamenti del 30% per sei mesi. Il rifinanziamento è pari a 675 milioni per le missioni all’estero per i primi sei mesi del 2009. Inoltre il governo ha confermato tutte le attuali missioni, introducendone due nuove: 114 uomini contro la pirateria e 245 uomini nel Darfur.

Su proposta del ministro Calderoli, il CdM ha approvato il decreto che snellisce l’ordinamento legislativo italiano: oltre 29.000, esattamente 29.100, sono le leggi vecchie e inutili che sono state tagliate oggi dal governo, dopo una prima tranche di 3.300 norme cancellate a giugno. Lo stesso Calderoli ha anche annunciato per il prossimo giugno la prima messa a punto della banca dati pubblica per conoscere gratuitamente la vigenza e la multivigenza delle leggi degli ultimi decenni. La scure di Calderoli si e’ abbattuta, tra l’altro, sul regio decreto sul trattamento doganale del prosciutto cotto conservato in scatola alle misure per lotta alle cavallette, sull’aumento dell’indennita’ di bagaglio per il cavallo o per la sua bardatura, sulla lotta alla cicciniglia degli agrumi. Via anche la norma sulle provvidenza per l’ammasso volontario dei bozzoli di produzione, i provvedimenti straordinari a favore della pollicoltura e della conigliatura e alcune norme del periodo fascista che formalmente ancora esistevano.

Comments are closed.