GOVERNO. I provvedimenti adottati oggi dal CdM

Si è riunito oggi il Consiglio dei Ministri che ha adottato, tra l’altro, i seguenti provvedimenti: un decreto-legge che dispone interventi finalizzati al superamento dell’emergenza rifiuti nella Regione Campania, nonché ad assicurare l’esercizio dei propri poteri agli Enti ordinariamente competenti; vengono individuati, uno per provincia, esclusa Caserta dove è gia in funzione, i siti ove saranno realizzate temporaneamente le discariche. Viene previsto contestualmente il divieto di utilizzare, nella scelta di ulteriori siti, discariche già interessate allo smaltimento di rifiuti che sono considerate sature o ad alto rischio igienico-sanitario;

Un disegno di legge che introduce nell’ordinamento disposizioni in materia di sicurezza delle strutture sanitarie e gestione del rischio clinico, nonché di attività libero professionale intramuraria e di esclusività del rapporto di lavoro dei dirigenti del ruolo del Servizio sanitario nazionale. Vengono istituiti presso le strutture sanitarie pubbliche la figura di un responsabile che coordina la supervisione della sicurezza, nonché servizi di ingegneria clinica che sovrintendono ai collaudi e alle necessarie manutenzioni delle attrezzature. Il disegno di legge stabilisce, inoltre, che, entro un anno dal prossimo 31 luglio, le Regioni conseguano il passaggio al regime ordinario previsto per lo svolgimento dell’attività intramuraria nelle strutture a ciò destinate dalle ASL. Il rapporto di lavoro dei dirigenti di struttura complesse del ruolo sanitario, inoltre, dovrà essere esclusivo per tutta la durata dell’incarico;

Sono stati poi approvati, in via definitiva, numerosi regolamenti presidenziali che consentiranno, ai sensi dell’articolo 29 del decreto-legge n. 223 dl 2006, un risparmio del 30% sulla spesa sostenuta dai Ministeri per il funzionamento di organismi operanti presso di loro. Quest’ultima tranche di provvedimenti, che conclude l’incisiva operazione di risparmio pubblico e di ottimizzazione dell’efficacia dell’azione amministrativa voluta dal cosiddetto "decreto Bersani" e guidata dalla Presidenza del Consiglio e dal Ministro per l’attuazione del programma di Governo, Giulio Santagata, comprende i riordinamenti operati presso le strutture dei Ministri per le riforme e le innovazioni nella pubblica amministrazione, per i diritti e le pari opportunità, degli affari esteri, dell’economia, dello sviluppo economico, delle comunicazioni, delle infrastrutture, dei trasporti, del lavoro e previdenza sociale, della salute, della solidarietà sociale, per le politiche per la famiglia. Tutti i provvedimenti hanno ricevuto il parere favorevole del Consiglio di Stato.

Comments are closed.