GOVERNO. I provvedimenti approvati dal CdM. Ok al Dpef

Si è appena conclusa la riunione del Consiglio dei Ministri, svoltasi oggi a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente, Silvio Berlusconi. Il Consiglio ha esaminato ed approvato il Documento di programmazione economica e finanziaria per gli anni 2010-2013, predisposto e presentato dal Ministro dell’economia e delle finanze, Giulio Tremonti, che definisce il quadro di finanza pubblica per i prossimi 4 anni. Il Documento indica i parametri economici essenziali, in particolare quelli relativi allo sviluppo del reddito e dell’occupazione, e le previsioni tendenziali, gli obiettivi di finanza pubblica.

Il Dpef, che il Governo sottopone al Parlamento, si articola in due parti:

  1. la prima analizza gli effetti della crisi e gli interventi introdotti per il suo superamento;
  2. la seconda riassume gli interventi e politiche settoriali, su cui si svilupperà l’attività governativa nel prossimo quadriennio.

Il Ministro dello sviluppo economico, Claudio Scajola, ha svolto una relazione sul quadro complessivo degli interventi di sostegno alle attività economiche e produttive per l’anno 2009. La relazione, predisposta d’intesa con i Ministri Tremonti e Gelmini, è collegata al Documento di programmazione economica e finanziaria. Il Ministro Tremonti ha inoltre illustrato la Relazione generale sulla situazione economica del Paese per il 2008.

Il CdM ha esaminato ed approvato in via preliminare uno schema di disegno di legge, che verrà inviato alla Conferenza unificata per il necessario parere, che individua le funzioni fondamentali di Province, Comuni, Città metropolitane e semplifica taluni aspetti dell’ordinamento locale; il provvedimento prevede inoltre alcune importanti deleghe che il Governo chiede al Parlamento in materia di trasferimento di funzioni amministrative, Carta delle autonomie locali, razionalizzazione delle Province e delle Prefetture-Uffici territoriali del Governo.

Un intero Capo dello schema è dedicato ad una imponente operazione di riordino e di soppressione di organismi decentrati (come le Comunità montane, i difensori civici, le circoscrizioni di decentramento comunale, i Consorzi e bacini imbriferi montani).

Sono stati anche approvati i seguenti provvedimenti:
su proposta del Ministro degli affari esteri, Franco Frattini, due disegni di legge per la ratifica e l’esecuzione dei seguenti Atti internazionali: Accordo fra l’Italia e le Nazioni Unite sullo status dello staff college del sistema delle Nazioni Unite in Italia; Protocollo V alla Convenzione sulla proibizione e limitazione dell’uso di alcune armi convenzionali che possono essere considerate dannose o aventi effetti indiscriminati, relativo ai residui bellici (co-proponente il Ministro della difesa, Ignazio La Russa).

E’ stata inoltre deliberata la proroga dello scioglimento del Consiglio comunale di Arzano (Napoli), per consentire il pieno recupero e risanamento dell’istituzione locale e della realtà sociale, condizionate dalla criminalità organizzata.

Il Presidente del Consiglio ha annunciato che verrà indetta, per il 24 marzo di ogni anno, la Giornata nazionale di promozione della lettura. In questa giornata le amministrazioni pubbliche vareranno iniziative volte a promuovere ed a sensibilizzare i cittadini, specialmente i più giovani, ai temi della lettura e della promozione e valorizzazione del libro.

Il CdM ha, successivamente, deliberato lo stato di emergenza, come richiesto dal Governatore Formigoni, in relazione ai gravi eventi atmosferici che hanno colpito stamane alcune zone della Lombardia.

Infine il Consiglio ha deliberato, su proposta del Presidente del Consiglio, la nomina del prefetto Michele PENTA a Commissario straordinario del Governo per la gestione del fenomeno relativo alle persone scomparse e, su proposta del Ministro Tremonti, la promozione a generali di Corpo d’armata della Guardia di finanza dei generali di divisione Mauro MICHELACCI e Pasquale DEBIDDA..

Comments are closed.