GOVERNO. I provvedimenti approvati dal CdM

Il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi sotto la presidenza del Presidente del Consiglio, Romano Prodi. In apertura dei lavori il Consiglio ha espresso cordoglio per la scomparsa del maresciallo Giovanni Pezzulo, deceduto in Afghanistan per un attentato nello svolgimento della missione di pace italiana. Il Consiglio si è associato al Presidente Prodi nell’esprimere solidarietà alla famiglia e ai militari impegnati nella missione.

I provvedimenti approvati:

  • Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto-legge che rende possibile lo svolgimento in un’unica tornata elettorale delle prossime elezioni politiche e amministrative del turno annuale ordinario 2008 e introduce misure volte a migliorare la funzionalità del procedimento elettorale anche per quanto concerne il procedimento di scrutinio del voto degli italiani residenti all’estero, nonché per garantire l’esercizio del voto dei cittadini temporaneamente all’estero per motivi di servizio o per missioni internazionali. Il provvedimento reca inoltre alcune disposizioni in materia di efficacia delle dimissioni del sindaco o del presidente di provincia.
  • Il Consiglio ha poi approvato due decreti legislativi di attuazione a specifiche leggi di delega i cui termini sono in scadenza imminente:

– il primo modifica la disciplina di recepimento della direttiva comunitaria 2004/42 in materia di controllo delle emissioni conseguenti all’uso di solventi, vernici e prodotti per carrozzeria ed è stato approvato in esame definitivo, dopo aver ricevuto i prescritti pareri parlamentari, su proposta dei Ministri per le politiche europee, Emma Bonino, e dell’ambiente e tutela del territorio e del mare, Alfonso Pecoraro Scanio.
– il secondo, approvato in esame preliminare (riceverà quindi i pareri prescritti) su proposta del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Paolo De Castro, dà attuazione alla delega conferita al Governo dalla legge n. 38 del 2003 ed integra la disciplina vigente in materia di sostegno finanziario alle imprese agricole in conformità ad indirizzi espressi in sede europea.

  • Al fine di consentire il completamento degli interventi di protezione civile già avviati, il Consiglio ha prorogato stati d’emergenza già dichiarati per fronteggiare adeguatamente l’afflusso di cittadini stranieri di provenienza extracomunitaria in Sicilia, Calabria e Puglia, nonché per consentire gli interventi di messa in sicurezza delle dighe di Zerbino e La Spina (Piemonte), Molinaccio (Marche), Pasquasia e Cuba (Sicilia), Gigliara Monte (Calabria).

 

Comments are closed.