GOVERNO. I provvedimenti approvati dal CdM

Il Consiglio dei Ministri riunitosi oggi, alle ore 11.00 a Palazzo Chigi, ha approvato, su proposta del Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, del Ministro dell’interno, Roberto Maroni, del Ministro della giustizia, Angelino Alfano, e del Ministro della difesa, Ignazio La Russa:

  • un decreto-legge che reca misure tese a: evitare effetti pregiudizievoli all’attività di prevenzione e repressione dei reati tramite conservazione dei dati del traffico telefonico e telematico; consentire l’impiego delle Forze armate per esigenze di prevenzione della criminalità attraverso il controllo del territorio (anche in zone diverse dalle aree metropolitane o da quelle densamente popolate), al fine di contrastare i recenti efferati episodi di criminalità avvenuti nella provincia di Caserta; incrementare l’attività di contrasto all’immigrazione clandestina mediante la realizzazione tempestiva di ulteriori Centri di identificazione e di espulsione;

Su proposta del Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, del Ministro degli affari esteri, Franco Frattini, e del Ministro della difesa, Ignazio La Russa:

  • un decreto-legge che, integrando le anticipazioni di spesa previste dal decreto-legge del gennaio scorso, assicura fino al 31 dicembre 2008 la partecipazione dell’Italia alle missioni internazionali, umanitarie e di pace nelle quali è attualmente impegnata.

Su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze, Giulio Tremonti, la manovra di finanza pubblica per gli anni 2009-2011, già esaminata nelle linee generali nella riunione del 5 agosto scorso. La manovra comprende:

  • il disegno di legge recante disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2009);
  • il disegno di legge recante il bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2009 e bilancio pluriennale per il triennio 2009-2011;
  • la Relazione previsionale e programmatica per l’anno 2009;
  • la Nota di aggiornamento al Documento di programmazione e economica e finanziaria per gli anni 2009-2013.

Il disegno di legge finanziaria composto sostanzialmente da tre articoli consiste nella traduzione in tabelle delle norme contenute nel decreto-legge 25 giugno 2008, n.112 (disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria). La nota di aggiornamento riflette gli effetti della crisi economica in atto nel mondo, in Europa, in Italia e conseguentemente rettifica il PIL 2008 da 0,5 a 0,1; il PIL 2009 da 0,9 a 0,5. L’indebitamento, corretto per il ciclo in base ai criteri europei, resta invece sostanzialmente invariato.

Il Consiglio ha inoltre approvato i seguenti provvedimenti:

  • su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze, Giulio Tremonti un decreto-legge teso ad assicurare adempimenti comunitari in materia di giochi; viene in particolare differito un termine riguardante la gestione di uno dei giochi nazionali;
  • su proposta del Ministro per le politiche europee, Andrea Ronchi, e del Ministro dell’interno, Roberto Maroni due decreti legislativi, rispettivamente in materia di riconoscimento e revoca della qualifica di rifugiato (teso ad evitare strumentalizzazioni nella presentazione della domanda di asilo) e diritto al ricongiungimento familiare (prevede che il coniuge non debba essere separato e debba avere più di diciotto anni, nonché requisiti più stringenti). I decreti, che modificano la disciplina di recepimento di direttive comunitarie (rispettivamente il decreto legislativo n. 25 del 2008 e n. 5 del 2007), hanno superato positivamente la verifica di compatibilità con l’ordinamento comunitario;
  • su proposta del Ministro per le politiche europee, Andrea Ronchi, del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, Stefania Prestigiacomo, e del Ministro dello sviluppo economico, Claudio Scajola uno schema di decreto legislativo, sul quale saranno acquisiti i pareri prescritti, per il recepimento della direttiva 206/66 concernente pile, accumulatori e relativi rifiuti.
  • un ordine del giorno con il quale il Sottosegretario di Stato incaricato dell’azione di coordinamento dell’attività di gestione dei rifiuti nella regione Campania viene autorizzato a porre in essere, con la massima celerità e con particolari modalità, le iniziative di compensazione ambientale nei siti di discarica di Chiaiano e di Terzigno.

Comments are closed.