GOVERNO. Manovra economica, Adoc contraria a introduzione pedaggio Roma-Fiumicino

L’Adoc è pronta a ricorrere al Tar e a chiedere il blocco degli aumenti per le tariffe taxi qualora si concretizzasse l’introduzione del pedaggio sulla Roma-Fiumicino prevista dalla manovra economica varata mercoledì scorso. Non è data per certo la sua introduzione dal momento che il testo approvato dal governo prevede che "entro quarantacinque giorni" dall’entrata in vigore della Manovra, "con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, sono stabiliti criteri e modalità per l’applicazione del pedaggio", in relazione "ai costi di investimento e di manutenzione straordinaria oltre che quelli relativi alla gestione, nonché l’elenco delle tratte da sottoporre a pedaggio".

Nell’incertezza, l’Adoc esprime il suo dissenso: "Riteniamo inaccettabile il pedaggio sulla Roma-Fiumicino – dichiara Carlo Pileri, Presidente dell’Adoc – andrebbe a danneggiare gravemente non solo i consumatori e i turisti, per i quali arrivare a Fiumicino sarà sempre più dispendioso, ma anche i residenti della zona e l’intera area commerciale e fieristica presente a ridosso della tratta. Per un residente o un lavoratore il danno si attesterebbe sui 600 euro l’anno, considerando una media di due viaggi al giorno per 25 giorni al mese, con il pedaggio di un euro. Per l’intero settore commerciale e fieristico, per cui stimiamo un calo delle presenze del 15%, il danno potrebbe essere valutato tra i 50 e i 70 milioni di euro l’anno. Qualora il pedaggio venisse introdotto impugneremo la misura al Tar, contestando anche il probabile aumento del 12,5% della tariffa dei taxi per la tratta Roma-Fiumicino, che suonerebbe come ulteriore beffa. Considerando anche l’addizionale aeroportuale, per partire dallo scalo di Fiumicino arrivando in taxi occorreranno 7 euro in più rispetto ad oggi, un rincaro del 17,5%. Mentre arrivarci in treno costerebbe il 46% in più, visto che i biglietti sono già rincarati, il Leonardo Express del 27% mentre il treno della linea FR1, che collega Fiumicino alla stazione Trastevere, del 45%."

Comments are closed.