GOVERNO. Presentato nuovo regolamento Ue sui marchi

Facilitare la decisione consapevole del consumatore e contrastare l’uso ingannevole e fraudolento delle indicazioni d’origine sono gli obiettivi del nuovo testo del regolamento sull’etichettatura obbligatoria dei prodotti importati nell’Unione europea. Il testo è stato presentato dal Commissario Ue al Commercio Catherine Ashton, su sollecitazione del Governo italiano e sarà successivamente discusso in sede di Comitato tecnico. In questo modo, ha detto il viceministro dello Sviluppo Economico Adolfo Urso a Strasburgo, si può "dare un passaporto a tutte le merci che entrano nell’Unione Europea al fine di consentire a tutti la facile identificazione sulla provenienza delle stesse". Il nuovo testo è un successo per l’Italia, ha proseguito Urso, poiché riguarda e tutela le produzioni di dieci settori strategici del nostro made in Italy: l’abbigliamento, le calzature, la pelletteria, la ceramica, i mobili, i tessuti per l’arredamento, la gioielleria, l’illuminazione, la cristalleria, i tappeti e le spazzole.

Comments are closed.