GOVERNO. Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Legge Sviluppo

È stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale (n. 176 del 31/07/2009) la Legge Sviluppo. È quanto comunica il Ministero dello Sviluppo economico ricordando le riforme previste, che comprendono una "nuova strategia energetica nazionale con il ritorno al nucleare, nuova politica industriale, riforma degli incentivi alle imprese, disciplina delle reti di impresa, riforma degli enti di internazionalizzazione, delle Camere di Commercio e dei Consorzi agrari, introduzione della ‘class action’, lotta alla contraffazione".

In particolare, la strategia energetica nazionale punta sul ritorno del nucleare. "Con la Legge Sviluppo – afferma il Ministero – si snelliscono fortemente le procedure per la realizzazione delle reti e delle infrastrutture energetiche, si dà forte impulso alle fonti rinnovabili, si riapre la strada al nucleare. Diventa operativo il percorso per ridurre la nostra dipendenza dall’estero, abbassare il costo dell’energia, ridurre l’inquinamento, realizzare un mix elettrico con il 50% di fonti fossili (contro l’attuale 83%), il 25% di rinnovabili dall’attuale 18%, il 25% di nucleare". La legge prevede inoltre l’introduzione della class action a tutela dei consumatori (che è stata però rinviata al primo gennaio 2010). Sul versante della lotta alla contraffazione, "saranno inasprite – ricorda il Ministero – le sanzioni a carico di chi diffonde prodotti contraffatti, sarà introdotto il reato di contraffazione agroalimentare ed estesa la confisca obbligatoria ai reati di contraffazione. Sarà istituito il Consiglio nazionale anticontraffazione presso il Ministero dello Sviluppo economico".

 

Comments are closed.