GOVERNO. Romani Ministro, Federconsumatori: “Ora finisca parzialità”

"Ci auguriamo che la plateale e manifesta parzialità dimostrata finora da Romani fosse dovuta al fatto che era solo Vice Ministro. Operazioni quali le pressioni in Europa per negare a Sky la deroga sull’asta per il digitale terrestre ed il tentativo di sottrarre a Telecom la rete, sono solo alcuni degli esempi degli interventi negativi portati avanti finora. A ciò si aggiunge la promessa fatta, e mai mantenuta, circa gli investimenti di 800 milioni di euro sulla banda larga, che avrebbero permesso di ridurre il digital divide nel nostro Paese e di fare un passo avanti in direzione dello sviluppo tecnologico e della competitività sul piano internazionale". È il commento di Federconsumatori di fronte alla nomina di Romani a Ministro dello Sviluppo economico: per l’associazione, ora Romani dovrebbe agire con imparzialità.

"Ecco perché chiediamo al neo Ministro dello Sviluppo economico, per prima cosa, di riparare ai propri errori, intervenendo per ripristinare l’accordo Rai-Sky", ha detto Rosario Trefiletti, presidente Federconsumatori, sottolineando che "ciò permetterà non solo un rafforzamento, una maggiore qualificazione ed una spinta ad investimenti per lo sviluppo da parte della concessionaria del servizio pubblico, ma anche e soprattutto consentirà agli utenti che, a causa delle caratteristiche orografiche del nostro Paese, non sono raggiunti dal segnale digitale, di poter fruire dei programmi e degli eventi trasmessi dalla tv pubblica. Utenti che si sono rivolti a noi, numerosissimi e molto innervositi, per lamentare questa mancata possibilità e per rivendicare misure urgenti per risolvere la situazione".

Comments are closed.