HC IN ABRUZZO. Sisma, l’esperienza del Cinema Ambulante

Continua il tour di Cinefabrica per portare il Cinema Ambulante tra le tendopoli abruzzesi che ospitano gli sfollati del terremoto che ha colpito L’Aquila il 6 aprile scorso. Il progetto di Cinefabrica è partito sotto la spinta volontaria dell’associazione materana, e sta diventando un vero e proprio progetto pilota. Alla fine di quest’esperienza Cinefabrica porterà un resoconto alla Protezione Civile per proporre l’idea di un "cinema ambulante stanziale" nelle tendopoli, per restituire un po’ di normalità alla gente che ha abbandonato le proprie abitazioni e non ci rientrerà a breve. Un momento di svago, dallo sfondo culturale, che è stato accolto con grande entusiasmo sia dai bambini che dagli adulti potrebbe diventare un’attività che accompagna la vita degli abruzzesi in questo nuovo contesto, non proprio facile.

Il Cinema Ambulante ha conosciuto, con il suo essere itinerante, le realtà dei diversi campi e ha potuto rendersi conto delle condizioni in cui stanno vivendo gli abruzzesi. Ha scoperto che in alcuni campi, come quello di Piazza d’Armi, si è già pensato a tutto: clown professionisti che distribuivano libri e giocattoli ai bambini, tornei di briscola e di biliardino e una serie di attività ricreative nonché servizi di pubblica utilità come il servizio postale mobile, sportelli Inail, Uil eccetera. D’altronde la tendopoli di Piazza d’Armi ospita oltre 2.500 persone (una settimana fa ne ospitava circa 4mila) ed è situata al centro de L’Aquila. Mentre alcuni campi sono più periferici, dunque difficili da raggiungere, e meno popolosi e le condizioni degli ospiti sono più pesanti e dure da sopportare. Forse è proprio lì che il Cinema Ambulante è riuscito nel suo intento: portare un pò di sollievo e un momento di aggregazione alla gente che altrimente "starebbe chiusa nelle tende".

Martedì 21 aprile c’è stata la prima giornata del Cinema Ambulante nelle tendopoli. Le proiezioni sono state due, nel campo di Santa Rufina, uno dei 160 che sono stati allestiti dentro e attorno alla città de L’Aquila: nel pomeriggio è stato proiettato il cartone animato "Babar" per i bambini e la sera il film "Be kind rewind", una commedia per tutti. Il progetto di Cinefabrica ha anche l’appoggio di molte case di produzione e distribuzione, che hanno concesso gratuitamente alcuni film, usciti nelle sale di recente. Con questo Rai Cinema, Medusa, Fandango, Mikado, Rai Educational, Cattleya, 01 Distribution, BIM e Paco Cinematografica hanno voluto esprimere la loro solidarietà all’Abruzzo.

La seconda proiezione Cinefabrica è riuscita a portarla nella tendopoli di Centi Colella, dove è stato proiettato il film "Il pranzo di Ferragosto", mentre stasera, nel campo di Acquasanta, il Cinema Ambulante porta "Questione di cuore", un film di Frandesca Archibugi concesso dalla attualmente in programmazione nelle sale italiane. Il furgone di Cinefabrica continuerà a girare per le tendopoli dell’Abruzzo fino a domenica.

di Antonella Giordano

 

Comments are closed.