ICT. Nuove tecnologie e partecipazione dei cittadini: venerdì a Roma seminario su e-government

La partecipazione di tutti i cittadini alla società dell’informazione è fondamentale per il futuro dell’Europa perché permetterà l’accesso ai servizi resi disponibili dall’innovazione tecnologica e aumenterà la competitività del mercato interno. Per fare il punto sulla situazione, proponendo una sintesi delle diverse aree tecnologiche, sociali e politiche che sono ricomprese come e-inclusion ed e-government, si svolgerà venerdì a Roma il seminario "Le nuove tecnologie per una società dell’informazione accessibile a tutti", che vedrà la partecipazione di Loris Di Pietrantonio, della Direzione generale per la società dell’informazione e i media presso la Commissione europea, e di Helle Zinner Henriksen, professore in Digital Government alla Copenhagen Business School.

Il seminario, organizzato dalla Fondazione Ugo Bordoni presso la Sala del Tempio di Adriano, sarà seguito da una tavola rotonda in cui si traccerà il quadro italiano in fatto di e-government, e-inclusion ed e-accessibility.

Nel 2006 la Conferenza ministeriale di Riga "ICT for an inclusive society", promossa dalla Commissione europea, ha vincolato lo sviluppo dell’Information and Communication Technology nei paesi europei al rispetto di principi comuni di inclusione digitale in campo legislativo, economico e sociale. Il che significherà interventi per estendere la copertura della banda larga, favorire la crescita della cultura informatica, promuovere l’uso delle ICT per la partecipazione dei cittadini a processi politici e decisionali.

Comments are closed.