IMMIGRATI. Regione Lazio finanzia corsi di formazione nei paesi di origine

Con una delibera ieri approvata, la Giunta della Regione Lazio ha previsto l’avvio corsi gratuiti di formazione per extracomunitari nei settori dell’assistenza domiciliare, dell’edilizia e della ristorazione, da seguire nel proprio paese d’origine prima di entrare in Italia. Il provvedimento ha stabilito lo stanziamento regionale di 64.290 euro, che vanno ad aggiungersi al finanziamento del ministero della Solidarietà sociale di 428.600 euro, per totale di oltre 492 mila euro.

Destinatari dei corsi saranno i cittadini di Romania, Marocco e Ucraina, che prima di fare il loro ingresso nella nostra regione, desiderano seguire percorsi di formazione nei settori dell’assistenza e della cura domiciliare, dell’edilizia e della ristorazione. "Una formazione fuori dal nostro Paese – spiega l’assessore all’istruzione Silvia Costa – che darà una garanzia ulteriore ai datori di lavoro e agli imprenditori laziali. E, inoltre, darà la possibilità agli immigrati di arrivare nella nostra regione conoscendo la lingua e alcune importanti nozioni in materia di tutela e sicurezza sul lavoro, oltre che sull’educazione civica".

I Paesi e i settori sono stati scelti in base alle rilevazioni Excelsior di Unioncamere, alla consistenza dei flussi migratori e ai rapporti bilaterali avviati tra l’Italia e queste nazioni. "Sono previsti, inoltre – concludono l’assessore alle politiche sociali, Alessandra Mandarelli e Costa – tavoli interassessorili con il compito di predisporre rapporti semestrali, gestire e controllare interventi, realizzare un report finale”.

 

Comments are closed.