IMMIGRAZIONE. Ecco le iniziative della Provincia di Roma

"Non perdiamoci di vista", il "Bando delle Idee" e 4 milioni di euro per rifinanziare il piano immigrazione. Queste le iniziative annunciate ieri dal presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, in occasione della convocazione degli "Stati Generali contro il razzismo". "Questo – ha detto Zingaretti riferendosi all’incontro con associazioni e rappresentanti della società civile del territorio – è solo l’inizio di un percorso nella costruzione di una rete, di un appuntamento che ogni anno dovrà ripetersi".

Istituzioni, associazioni e semplici cittadini immigrati potranno presto scambiare idee, opinioni, informazioni, esperienze e obiettivi raggiunti sul sito che la Provincia sta ultimando: "Non perdiamoci di vista". L’iniziativa rappresenta uno strumento di unione nella lotta al razzismo, alla xenofobia e alle discriminazioni. "Occorre reagire – ha spiegato Zingaretti – e mettere in campo una grande offensiva culturale il cui cuore deve essere il riconoscimento del concetto che la differenza non è un problema ma un valore".

Alla fine dell’anno la Provincia lancerà inoltre "Il bando delle idee", per sostenere progetti promossi da associazioni, luoghi di culto e comitati di cittadini. In concreto, si tratta dello stanziamento di un milione e mezzo di euro per i municipi che "vogliono impegnarsi nella riqualificazione del quartiere, con la costruzione di centri sociali o con attività
volte alla valorizzazione della multiculturalità’".

”Abbiamo deciso – ha affermato Zingaretti – di rifinanziare con 4 milioni di euro il piano immigrazione, rilanciare l’incubatore d’impresa e aderire al bando del ministero dell’Interno per la costruzione di un centro di accoglienza con 250 posti letto".

Nel corso del suo intervento, in apertura degli Stati Generali, il presidente della Provincia ha lanciato un appello al prefetto di Roma, Carlo Mosca, seduto in prima fila, affinché fosse dedicata una sessione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza alla questione razzismo. La risposta non si è fatta attendere. "Certamente dedicherò una sessione del Comitato al razzismo – ha detto Mosca – il presidente Zingaretti lo ha chiesto e lo faremo". "Gli interventi che devono essere fatti – ha continuato Mosca – devono partire da una forte conoscenza e da una capacità di reagire rispetto a forme di intolleranza che non possiamo accettare perché contrarie a quello che dice la nostra Costituzione. Basterebbe rispettarla per evitare derive che vanno verso forme di razzismo".

A cura di Laura Muzzi

Comments are closed.