IMMIGRAZIONE. Inca-Cgil: portale Ministero Interno per permessi di soggiorno funziona male

Sul sito del Ministero dell’Interno c’è una sezione per le procedure relative ai permessi di soggiorno, ma sono frequenti interruzioni e disservizi. E i patronati sono costretti a compilare i moduli con carta e penna. La denuncia è di Morena Piccinini, presidente Inca-Cgil: "Si moltiplicano i disagi per gli immigrati che chiedono il rilascio e il rinnovo dei permessi di soggiorno, ma le istituzioni sembrano voler nascondere la testa sotto la sabbia. Da mesi i patronati, ai quali è stato delegato il compito di avviare telematicamente le domande, sono costretti ad espletare le procedure compilando i moduli con carta e penna".

"Il portale dell’ufficio immigrazione del Ministero dell’Interno – spiega – registra continue interruzioni e a farne le spese sono i lavoratori stranieri per i quali si allungano i tempi di attesa per ottenere il rilascio e il rinnovo dei permessi di soggiorno, con i quali regolarizzano la loro presenza nel nostro Paese". Il rischio che le domande vengano presentate oltre i termini di legge riguarda migliaia di cittadini.

"Tutto ciò succede nell’indifferenza più totale – osserva Piccinini -, mentre si moltiplicano, soprattutto nel Nord le provocazioni contro gli immigrati da parte di sindaci che vorrebbero risolvere i problemi con espulsioni di massa. Il Ministero ha il dovere di intervenire tempestivamente sull’Ente poste, che è titolare della gestione del Portale, affinché la manutenzione del Portale stesso sia assicurato senza danneggiare l’utenza".

Comments are closed.