IMMIGRAZIONE. Lavoratori extracomunitari: tempi e procedura per il nulla osta

Dal 1° febbraio potranno essere presentate dai datori di lavoro, esclusivamente con modalità informatiche, le domande di nulla osta per il lavoro stagionale per i cittadini extracomunitari. Già da ieri invece è possibile la registrazione degli utenti. Lo riferisce in un comunicato il Ministero dell’Interno.

Le procedure per la registrazione degli utenti interessati e per l’invio delle domande saranno identiche a quelle utilizzate per i "click days" del dicembre scorso, dedicati ai lavoratori non stagionali. Per l’invio delle domande bisognerà attendere le ore 8,00 del 1° febbraio.
Questa la procedura indicata dal Ministero:

  1. Compilazione e presentazione domande stagionali e non stagionali (Privati)
  2. Compilazione e presentazione domande stagionali (Associazioni categoria)
  3. Scarica il programma

Punto 1
Per privati ed associazioni che non hanno aderito al protocollo d’intesa
Punto 2
Per le associazioni di categoria che hanno aderito al protocollo d’intesa per l’assunzione di lavoratori stagionali e a cui è stato fornito l’accredito secondo le procedure stabilite nel protocollo per le associazioni
Punto 3
Per domande nulla osta lavoratori extracomunitari stagionali e non stagionali

La programmazione transitoria per i flussi d’ingresso dei lavoratori extracomunitari stagionali nel territorio italiano per l’anno 2008 è stata determinata con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 8 novembre 2007, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 2 del 3 gennaio 2008.

La quota è di 80.000 unità da ripartire tra le regioni e le province autonome a cura del ministero della Solidarietà sociale e riguarda:

  • i lavoratori subordinati stagionali non comunitari di Serbia, Montenegro, Bosnia-Herzegovina, ex Repubblica Yugoslava di Macedonia, Croazia, India, Pakistan, Bangladesh, Sri Lanka e Ucraina;
  • i lavoratori subordinati stagionali non comunitari di Tunisia, Albania, Marocco, Moldavia ed Egitto, Paesi che hanno sottoscritto o stanno per sottoscrivere accordi di cooperazione in materia migratoria;
  • i cittadini stranieri non comunitari titolari di permesso di soggiorno per lavoro subordinato stagionale negli anni 2005, 2006 o 2007.

Comments are closed.