IMMIGRAZIONE. Maroni: Lampedusa, da questa mattina operativo Centro di identificazione ed espulsione

A Lampedusa è stato realizzato un Centro di identificazione ed espulsione, attivo da questa mattina in quella che era una vecchia base militare. Attualmente nell’isola ci sono 1677 extracomunitari. Dal primo gennaio sono 150 le persone rimpatriate. Su 800 domande di asilo esaminate, 377 sono state accolte. E sono 343 i minori portati nei centri a loro dedicati. È quanto ha detto oggi il ministro dell’Interno Roberto Maroni che, in conferenza stampa a Palazzo Chigi, ha spiegato di aver svolto una relazione in Consiglio dei Ministri sull’immigrazione clandestina.

A Lampedusa, ha detto, "sono presenti attualmente 1.677 cittadini extracomunitari". Dal primo gennaio sono 150 le persone rimpatriate. "Abbiamo portato a Lampedusa – ha aggiunto – le commissioni per valutare le richieste di asilo. Su circa 800 domande, ne sono state accolte 377". I 343 minori sbarcati da Natale sono stati portati in centri per minori.

Maroni ha detto che da questa mattina è operativo a Lampedusa un Centro di identificazione ed espulsione allestito in una vecchia base militare e ha annunciato l’obiettivo di completare i rimpatri "in poche settimane". Ha inoltre ricordato la concessione di due fondi dalla Commissione europea, uno per finanziare il piano di rimpatri, con 71 milioni di euro, e 96 milioni di euro per i progetti di integrazione.

Comments are closed.