IMMIGRAZIONE. Poste smarrisce buste per rilascio permesso di soggiorno. Condannata

Il Giudice di pace di Legnago (Vr) ha condannato Poste Italiane a rimborsare ad un cittadino indiano le spese postali sostenute per la spedizione dei kit postali per il rilascio del permesso di soggiorno smarriti durante il trasporto. Ne da notizia Adiconsum Verona che ha seguito in giudizio il cittadino.

La procedura di rinnovo o rilascio necessita, infatti, di Poste Italiane, attraverso il trasposto della documentazione mediante busta assicurata alla Questura di Roma, la quale fissa la data per effettuare il fotosegnalamento presso le Questure di residenza. Adiconsum ha verificato che molte spedizioni non sono mai giunte a destinazione risultando ferme in un deposito di Milano.

Secondo l’Associazione, i disagi causati dalla perdita delle buste sono preoccupanti. Infatti, i cittadini extracomunitari si trovano a prolungare ulteriormente i tempi di attesa generalmente riscontrati per ottenere il permesso di soggiorno. Nel caso di specie il Giudice di pace di Legnago ha accertato che Poste Italiane non ha adempiuto agli obblighi imposti dal codice civile in materia di trasporto e spedizione e ha condannato la società a rimborsare all’attore le spese sostenute.

Comments are closed.