IMMIGRAZIONE. Quattroruote: “Numerosi gli extracomunitari a caccia di una patente italiana”

Nel 2005 il 17,7% (uno su cinque) degli esami per una patente nuova sono stati sostenuti da extracomunitari regolari. Secondo il numero di giugno di "Quattroruote, sulla base dei dati forniti dal Ministero dei Trasporti, abbondano gli stranieri a caccia di una patente italiana rispetto agli italiani. In particolare, delle 1.889.979 patenti italiane in mano a stranieri al 31 marzo 2006, oltre 210 mila sono di cittadini albanesi, che precedono, nell’ordine, marocchini (199.000), romeni (194.000) e svizzeri (oltre 184.500).

Per quanto la condotta di guida, secondo Quattroruote i dati sembrano confermare la convinzione diffusa secondo cui gli stranieri sarebbero un po’ meno affidabili degli italiani: detengono il 5,34% delle patenti italiane, ma sono responsabili del 6,08% delle infrazioni e incidono per una quota superiore (6,49%) sui punti persi. Inoltre creano preoccupazione le numerose patenti convertite che gli extracomunitari conseguono nel proprio Paese d’origine, dove in molti casi le regole sono assai diverse da quelle del nostro Codice della strada.

La rivista ha inoltre rilevato una serie di strumenti adottati dagli immigrati per favorire l’accesso ai corsi di scuola guida: innanzitutto – spiega Quattroruote – affiancando propri istruttori al corpo docente italiano, in modo da tradurre i termini più difficili; in secondo luogo avvalendosi, per lo studio della teoria, di libri di testo nelle lingue d’origine (anche arabo, cinese e albanese). Per tutti arriverà entro il prossimo ottobre nei 103 uffici provinciali del Dipartimento dei Trasporti terrestri del territorio nazionale, il nuovo esame per la patente, con prova teorica informatizzata che potrà essere sostenuta anche in inglese, francese, tedesco, spagnolo, e – appunto – arabo, cinese e russo.

Per approfondimenti clicca qui per visitare il Saperne di più sull’immigrazione.

Comments are closed.