IMMIGRAZIONE. Roma, Milano, Napoli: concluso il censimento dei campi rom

Concluso il censimento dei campi nomadi a Roma, Milano e Napoli. Ieri infatti i Prefetti delle tre città hanno consegnato al ministro dell’Interno Roberto Maroni un rapporto sulle operazioni: sono stati individuati in tutto 167 accampamenti fra i quali 124 abusivi e 43 autorizzati ed è stata registrata la presenza di 12.346 persone fra le quali 5.436 minori. Per Maroni l’obiettivo per l’anno prossimo sarà quello di passare, ha detto il Ministro, "dai campi nomadi autorizzati ai villaggi attrezzati".

Sul numero delle persone rilevate, Maroni ieri ha detto che "almeno altrettanti nomadi rispetto a quelli censiti, circa 12.000, si sono allontananti dai campi dall’inizio di giugno". Per il Ministro "lo svuotamento dei campi è l’effetto più importante dell’iniziativa voluta dal governo". Direttrici degli spostamenti sarebbero Spagna, Svizzera e Francia.

Il programma prevede ora, secondo quanto afferma il Ministero, lo sgombero dei campi abusivi e il ripristino delle condizioni igienico-sanitarie in quelli attrezzati, l’individuazione di altri siti per i campi che saranno chiusi, i primi interventi per realizzare i "villaggi attrezzati" e piani di scolarizzazione per i rom.

"Entro maggio, massimo giugno del prossimo anno", ha detto Maroni, l’obiettivo che si vuole perseguire è di "passare dai campi nomadi autorizzati o tollerati, ovvero quelli abusivi, al modello del ‘villaggio attrezzato’" con strutture in regola con le norme igienico-sanitarie e con i servizi comunali.

Comments are closed.