IMMIGRAZIONE. Viminale presenta Carta dei valori della cittadinanza: verso modifica della Bossi-Fini

Centralità della persona umana e della sua dignità, uguaglianza dei diritti fra uomo e donna, diritto alla libertà religiosa, sono i principi cardine contenuti della "Carta dei valori della cittadinanza e dell’integrazione" presentata ieri dal Ministro dell’Interno Amato e dal presidente del Comitato scientifico incaricato di elaborarla, Carlo Cardia.

L’obiettivo è quello di enucleare i valori e i principi validi per tutti coloro che desiderano risiedere stabilmente in Italia, di qualsiasi gruppo o comunità facciano parte, di natura culturale, etnica o religiosa. Le sette sezioni che compongono il documento fanno riferimento alla Costituzione italiana e alle Carte europee e internazionali sui diritti umani. Riguardano in particolare: i fattori identitari della comunità italiana; l’eguaglianza dei diritti e dei doveri e la dignità della persona; i diritti sociali, il lavoro e la salute; la scuola, l’istruzione e l’informazione; la famiglia e le nuove generazioni; la laicità e la libertà religiosa; l’impegno internazionale dell’Italia.

I contenuti della Carta potrebbero diventare presto legge dal momento che il Consiglio dei Ministri di oggi approverà alcune modifiche alla Bossi – Fini ispirate appunto alla Carta.

PDF: Carta dei valori

 

Comments are closed.