INFLAZIONE. Istat: a marzo +0,1% rispetto a febbraio

L’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, nel mese di marzo 2007 ha registrato una variazione di più 0,1 per cento rispetto a febbraio e una variazione di più 1,6 per cento rispetto a marzo 2006; le corrispondenti variazioni registrate dall’indice calcolato al netto dei tabacchi sono state, rispettivamente, più 0,2 e più 1,5 per cento. Lo rileva l’Istat che ha oggi pubblicato l’indice dei prezzi al consumo per marzo 2007.

Nel mese di marzo gli aumenti congiunturali più significativi sono stati rilevati per i capitoli Trasporti (più 1,1 per cento) e Servizi ricettivi e di ristorazione (più 0,5 per cento). Gli incrementi tendenziali più elevati si sono registrati nei capitoli Bevande alcoliche e tabacchi (più 4,3 per cento), Abitazione, acqua, elettricità e combustibili (più 3,7 per cento) e Prodotti alimentari e bevande analcoliche (più 2,4 per cento).

 

Comments are closed.