INFLUENZA AVIARIA. Farnesina informa e tutela gli italiani all’estero

Attraverso la sua Unità di crisi, il ministero degli Esteri fornisce informazioni sull’influenza aviaria sia ai nostri connazionali residenti all’estero sia a quanti vi si rechino temporaneamente. La Farnesina ha spiegato che l’Unità di Crisi ha inviato a tutta la rete diplomatico-consolare, per la distribuzione ai connazionali residenti, un opuscolo informativo curato dal ministero della Salute e dal Centro nazionale per la prevenzione ed il controllo delle malattie, relativo ai rischi ed alle misure di prevenzione per gli italiani all’estero.

La rete delle ambasciate e dei consolati – si legge nella nota diffusa dal ministero – su indicazione dell’ Unità di Crisi e in armonia con la campagna di sensibilizzazione promossa dal ministero della salute – sta sensibilizzando le collettività italiane all’estero sull’opportunità della vaccinazione contro l’influenza comune stagionale e in alcuni casi l’Unità di crisi ha inviato scorte di vaccini.

La stessa Unità di crisi ha raggiunto un’intesa con il ministero della Salute in base alla quale, nel caso di pandemia, una quota del vaccino che verrà prodotto contro il virus H5N1 verrà messo a disposizione della Farnesina per la distribuzione all’estero. Intanto, la rete diplomatico-consolare ha integrato i piani di emergenza con specifiche misure cautelative a beneficio della collettività per il rischio di pandemia, in armonia con il piano pandemico nazionale del ministero della Salute. Infine, la Farnesina si mantiene in stretto contatto con i Paesi dell’Unione Europea sull’opportunità di varare misure di prevenzione rivolte alle collettività europee all’estero ed ai turisti europei nelle zone a rischio.

Comments are closed.