INFORMAZIONE. AIE, al via progetto per sviluppo biblioteche digitali

Facilitare l’accesso ai contenuti digitali nel rispetto del diritto d’autore. E’ questo l’obiettivo di Arrow (Accessible Registries of Rights information and Orphan Works towards the European Digital Library), il progetto presentato oggi a Londra, coordinato dall’Associazione Italiana Editori (AIE) per la gestione dei diritti d’autore e lo sviluppo delle biblioteche digitali europee. Lo riferisce l’Aie in una nota.

Fanno parte del Consorzo di ricerca: la Federazione degli editori europei (FEE-FEP), la European Digital Library Foundation e l’International Federation of Reproduction Rights Organisation, oltre ad avere l’appoggio dello European Writers Congress.

Arrow intende creare una infrastruttura distribuita europea per la gestione delle informazioni sui diritti d’autore sulle opere letterarie, consentendo di sviluppare modelli diversi di accesso alle opere, che tuttavia saranno resi tra loro interoperabili. In tal modo gli utenti potranno ricercare i testi all’interno di repertori creati sia dalle biblioteche sia da privati, ed accedervi a condizioni diverse, secondo politiche che ciascun attore, pubblico o privato, potrà liberamente fissare.

"Vogliamo dimostrare nella pratica – ha detto il direttore tecnico del progetto e membro dell’AIE, Piero Attanasio – come sia possibile gestire i problemi del diritto d’autore nel mondo digitale in modo non conflittuale attraverso la collaborazione tra autori, editori e biblioteche e l’uso innovativo delle tecnologie".

Comments are closed.