INFORMAZIONE. Aumentano le notizie europee sul sito della Rappresentanza Italiana della Commissione

Il sito della Rappresentanza italiana della Commissione Ue ha una nuova veste che rende le politiche dell’Unione europea sempre più comprensibili, stimolando un dibattito ampio e permanente sul futuro dell’Ue e responsabilizzando i cittadini, dando loro accesso alle informazioni, di modo che siano in grado di sostenere discussioni e fare proposte sulle questioni comunitarie. In questo quadro si colloca lo strumento dell’informazione e della comunicazione che, attraverso le pagine quotidiane del sito internet, diventa uno strumento utile di supporto alla democrazia partecipativa.

Il sito EUROPA, si legge in un comunicato, è stato lanciato nel febbraio 1995 in occasione della "Conferenza di Bruxelles sulla società dell’informazione" organizzata dalla Commissione Ue ed è diventato rapidamente il principale punto di riferimento per le informazioni sull’Unione europea. In questo contesto si collocano le iniziative della Commissione per fornire ai cittadini una possibilità di partecipazione interattiva attraverso i blogs, i video, il sito EUTube sur YouTube e lo sviluppo del Web 2.0, una forma di intelligenza collettiva che stimola all’autoregolazione, imponendo a chi lo gestisce correzioni e miglioramenti costanti per renderlo popolare. Nella prospettiva dell’entrata in vigore del Trattato di Lisbona ed in particolare delle nuove norme sulla democrazia partecipativa come l’iniziativa legislativa dei cittadini, sarà più facile mobilitare interessi specifici e connettere settori europei della società civile utilizzando lo strumento di comunicazione informatica. Infine, l’obiettivo della Commissione e delle sue rappresentanze è quello di ampliare le potenzialità della comunicazione multimediale combinando insieme internet, radio, televisione, pubblicazioni, video, musica e servizi mobili attraverso una politica editoriale coerente.

http:// HYPERLINK "http://www.ec.europa.eu/italia" ec.europa.eu/italia

Comments are closed.